Vuoi la tua pubblicità qui?
10 Agosto 2022

Pubblicato il

La tregua

Meteo, Italia nella morsa dell’afa. Previsto calo delle temperature, ecco quando

di Redazione
Italia nella morsa del caldo record: secondo le ultime previsioni meteo siamo a poche ore da una fase di sollievo con possibili rovesci
Fontanella di Roma, nasone con persone che bevono

In città si boccheggia, la notte si dorme a fatica, da Nord a Sud dello stivale imperversa un caldo estremo e attanaglia l’afa.

Quando ci darà tregua questo caldo record?

Italia preda dell’afa, quando una tregua?

Secondo i principali centri meteorologici dovremmo avere pazienza ancora oggi, lunedì 25 luglio e domani, infatti da Mercoledì 27 quando le temperature si faranno meno soffocanti.

Questo perché, spiegano, masse d’aria più fresca guidate da una depressione centrata sul Nord Europa, interverranno insinuandosi in una temporanea flessione della cappa anticiclonica africana.

Questo potrà significare una fase di tempo più instabile con una maggior probabilità di rovesci ed un conseguente ricambio dell’aria soprattutto nelle regioni del Nord e del Centro. Saranno proprio queste le zone dove le colonnine di mercurio faranno registrare una generale riduzione dei gradi del termometro. Al contrario al Sud continuerà a fare molto caldo.

Tuttavia dopo queste ore di sollievo che dureranno fino a Venerdì 30, dunque nel fine settimana il caldo potrebbe tornare ai suoi massimi livelli.

Le temperature a Roma

Oggi lunedì 25 su Roma cielo per lo più soleggiato con temperature comprese tra i 23 e i 37 gradi. Venti moderati e precipitazioni assenti. Nella capitale tasso di umidità attorno al 43 per cento.

Domani, martedì 26, situazione stabile con un cielo che sulla capitale si presenta in prevalenza soleggiato. Lieve calo delle temperature che oscilleranno tra i 23 e i 34 gradi. Venti moderati e precipitazioni assenti. Tasso di umidità al 54 per cento.

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo