17 Aprile 2021

Pubblicato il

Mattina da incubo per i pendolari della Frosinone – Roma

di Redazione

Una giornata da dimenticare: treni cancellati, i pendolari costretti ad ammassarsi e a lottare per riuscire a entrare, ritardi fino a un'ora

Mattinata terribile quella passata dai pendolari della tratta ferroviaria Roma Frosinone, una vera odissea che si è conclusa solo ora, con l’arrivo a Termini del treno delle 7:32, l’unico su cui i pendolari sono riusciti a salire a causa delle cancellazioni dovute all’ondata di gelo sul centro italia.

Cancellati i treni delle 6:00, delle 6:44 e delle 7:05, come informa Trenitalia attraverso la sua piattaforma di monitoraggio “Viaggiotreno.it”, i viaggiatori si sono dovuti comprimere (letteralmente) sui due treni restanti, quelli delle 6:11 e delle 6:51, con tutti i disagi che questo ha comportato e che le foto evidenziano più delle parole.

Il primo treno per me disponibile, arrivato alle 7:32, era strapieno già a Valmontone – ci informa un pendolare – poi più si andava avanti e peggio era. Si litigava tra passegferi per fare posto, c'è chi voleva salire per forza anche se non c era posto”.

Ad aggravare la situazione uno stop dovuto a malore di alcuni passeggeri "Un paio di persone si sono sentite male – prosegue il racconto del pendolare – e il treno si è ulteriormente fermato per cercare un medico a bordo”.

Il treno delle 6:11, informa il monitoraggio Trenitalia, è poi arrivato alle 8:30, con 49 minuti di ritardo, mentre quello delle 6:51 è arrivato con un’ora esatta di ritardo alle 9:13.

Sembrava finita – conclude il viaggiatore – invece poi in Metro era uguale”.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento