21 Ottobre 2021

Pubblicato il

M5S, Grillo e codice etico: L’Italia è subalterna alla giustizia

di Redazione
Carlo Giovanardi: "I grillini se ne accorgono tardi, è dal 92 che la vita politica italiana è condizionata pesantemente dalla magistratura"

Il senatore di Idea, Carlo Giovanardi, è intervenuto su Radio Cusano Campus, l'emittente dell'Università degli Studi Niccolò Cusano sul nuovo codice etico del Movimento Cinque Stelle: "Purtroppo è dal 92 che ho visto che la vita politica italiana è stata condizionata pesantemente dagli interventi della magistratura. Non può bastare un avviso di garanzia per troncare una carriera di un uomo politico. Adesso i grillini che si affacciano alle stanze del potere si accorgono che questa inquisizione comporta un massacro civile, sociale e giornalistico e tentano di correre ai ripari. Purtroppo ho l'impressione che sia tardi. L'Italia è subalterna alla giustizia, i giornali sono subalterni alla giustizia. Sbattono notizie in prima pagina di persone inquisite, non condannate, inquisite, e le distruggono, facendogli avere conseguenze drammatiche. iL 95% dei miei colleghi democristiani che ricevettero avvisi di garanzia o che furono anche arrestati tra il 92 e il 94 poi sono stati assolti".

Su Stato Civile, il programma dedicato alle unioni gay andato in onda in prima serata su Rai Tre tra Natale e Capodanno: " Replicare nei giorni di Natale una trasmissione che è già andata in onda in fascia protetta è una vergogna. Quella trasmissione mistifica, imbroglia, racconta cose non vere. Parla di matrimoni, ma quali matrimoni! E' passata una legge che definisce le formazioni sociali speciali! L'unione civile è una formazione sociale speciale, una specie di super contratto in base alla quale due persone regolamentano tutta una serie di aspetti della loro vita. Che c'entra il matrimonio, che c'entrano le nozze. Quello è un imbroglio. Vogliono arrivare a parificarlo al matrimonio per legittimare l'adozione dei bambini comprati all'estero. 

Secondo Giovanardi in Italia non si fa altro che inneggiare alle coppie gay: "L'altro giorno a domenica in hanno fatto gli auguri alle quattro del pomeriggio a due uomini che coronano il loro sogno d'amore col matrimonio. E quella di Rai tre poi è una provocazione, fare quel programma nel periodo delle feste di Natale. Era ovviamente una provocazione. Sembra che le coppie etero non siano di moda. S rappresenta un mondo gay tutto luccicante, tutto bello, poi però i Foffo e i Prato non vengono raccontati. C'è tutto un lato oscuro nel mondo gay che viene completamente sottaciuto. Gli omosessuali hanno un tipo di sessualità che è meno indirizzata alla monogamia". 

* Immagine dal sito di Beppe Grillo

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo