Lazio-Venezia, vittoria di misura: biancocelesti davanti a Roma e Atalanta

7

Uno stadio in memoria di Pino Wilson, scomparso due sabati fa, accompagna l’inizio di una partita sentita per la Lazio. Uno spicchio piccolo ma rumoroso di tifosi veneziani si fa sentire e non poco, sovrastato dal tifo biancoceleste. Il Venezia parte forte, ma anche in questo caso i laziali sovrastano le avanzate con una grande forza agonistica.

Il primo tempo

Tuttavia sono poche le occasioni nei primi 20 minuti, in cui solo Milinkovic con una punizione di poco fuori si prende la scena. Poi una sfilza di calci d’angolo per la Lazio tiene il pallone nella metà campo veneziana per diversi minuti. Al 34esimo l’occasione più ghiotta per i biancocelesti, con un tiro di Felipe Anderson tirato fuori da pochi passi. Poi fine, solo una pesante ammonizione per Zaccagni che salterà il derby.

Secondo tempo: sempre Ciro

Il secondo tempo inizia con un gran gol della Lazio siglato da Immobile, annullato però dal Var per posizione di fuorigioco. Poi qualche occasione per i lagunari. Appuntamento col gol solo rimandato: Ciro segna infatti dal dischetto 10 minuti dopo. Poi molta Lazio, diverse occasioni ma nessuna di queste concretizzate. Rimane una bella serata in un clima di commozione per il ricordo dello storico capitano Pino Wilson e la vittoria che porta i biancocelesti al 5o posto.

Le pagelle

Strakosha – 6,5

Patric – 6,5

78′ – Lazzari 6,5

Luiz Felipe – 6

Acerbi – 6,5

Hysaj – 6

Milinkovic – 6,5

Leiva – 6,5

Luis Alberto – 6,5

dal 84esimo Basic – SV

Felipe Anderson – 6,5

Immobile – 8

Zaccagni – 6

dal 71esimo Pedro – 6