Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
24 Maggio 2022

Pubblicato il

Occasione sprecata

Lazio-Atalanta, il racconto del match e le pagelle biancocelesti

di Matteo Frascadore
La Lazio tenta il colpo contro una squadra decimata dalle assenze causa Covid. Una partita equilibrata all'Olimpico di Roma
stadio olimpico
Stadio Olimpico di Roma

Il primo big match di giornata e anticipo del sabato sera, Lazio-Atalanta, riserva un primo tempo equilibrato, giocato senza sbilanciarsi e con una progressiva crescita di entrambe le squadre. Paura per Zaccagni della Lazio, uno dei più attivi e il più colpito dai bergamaschi nonostante il problema alla caviglia sorto nell’ultima gara contro l’Udinese in Coppa Italia.

Un primo tempo equilibrato

Un’Atalanta decimata è brava a contenere le avanzate biancocelesti, più numerose di quelle della dea, con un fraseggio che parte dal basso ma che quasi mai riesce a creare delle difficoltà difensive alla Lazio. Le assenze atalantine si fanno sentire, il peso offensivo non è lo stesso del solito. I biancocelesti, spinti da un pubblico limitato ma caloroso, si presentano organizzati e con buoni tempi di palleggio. Una partita che nel primo tempo può sbloccarsi con un’occasione fortuita, se non sarà una squadra a prevalere sull’altra.

Un scarno secondo tempo

L’aria non è cambiata nel secondo tempo, dove le occasioni sono state poche e per lo più a favore della squadra di casa, la Lazio, che non è riuscita a imporsi contro un’Atalanta rivisitata e falcidiata dal Covid. Gli unici squilli sono stati il palo di Zaccagni e qualche avanzata che non ha portato a nulla. Una vera occasione sprecata per i biancocelesti, che non hanno trovato la via del gol.

Le pagelle della partita

Strakosha 6 – Pochi squilli verso la sua porta, si fa trovare pronto sull’unico tiro in porta da parte di Pessina
Hysaj 6,5 – Buona gara del terzino albanese, pochi rischi e vari avanzate da parte sua
Luiz Felipe 6 – Gara tranquilla e sicurezza nella gestione del pallone. Concede poco a Piccoli
Patric 6 – Chiamato poco in causa a livello difensivo, ha modo di mettere in mostra al meglio l’impostazione, il suo pezzo forte
Marusic 6 – Anche da lui sono partite alcune avanzate dal basso e alcune spinte, poco da lavorare invece a livello difensivo
Milinkovic-Savic 6,5 – La sua classe non è stata d’aiuto per i 3 punti ma si è messa in mostra comunque in una gara tatticamente bloccata
Leiva 6 – Ricopre bene il ruolo dell’ormai titolare Cataldi. Ottimo supporto difensivo
Luis Alberto 6 – Altra gara da titolare, è una fonte preziosa per la gestione del pallone all’altezza della trequarti ma non riesce ad incidere con l’unico tiro a disposizione
Felipe Anderson 5,5 – Felipe momento down direbbe Sarri. Troppe sbavature e poche iniziative per l’esterno brasiliano
Immobile 6 – Tenta di tenere il pallone giocando di sponda e poco più: Ciro non ha contribuito con il suo senso del gol nella serata dell’Olimpico
Zaccagni 6,5 – Il migliore dei suoi: un palo colpito e una gestione ottima della gara lo rendono l’uomo partita dell’anticipo del sabato sera

dal 69′ Lazzari – 6,5 – Entra bene in gara con accelerate e avanzate che hanno impensierito, non in modo decisivo, l’Atalanta
dal 79′ Basic – 6 – Entra in un momento di spinta, non il suo pezzo forte. Tenta qualche guizzo ma viene frenato dalla difesa bergamasca

All. Sarri 5,5 – Solo due cambi in una partita che andava ribaltata a livello tattico: si sente, tuttavia, la mancanza di Pedro, pezzo da 90


 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo