13 Aprile 2021

Pubblicato il

Lazio 3-0 Udinese, oggi la Lazio è la terza forza del campionato

di Redazione

La Lazio in questa partita aveva un solo obiettivo...Vincere

La Lazio in questa partita aveva un solo obiettivo…Vincere. Inzaghi schiera una formazione non proprio “tipo” lasciando Luis Alberto e Marusic in panchina. L'Udinese scende all' Olimpico con il bravo Oddo con l' intento di giocare una partita tutta italiana. Difesa schierata tutti gli uomini dietro la linea della palla tranne l'attaccate. Siamo al 25 esimo e la Lazio passa con un autogol che chiude un'azione rocambolesca. Milinkovic sembra sempre un po' l'ispiratore del gioco. Quando si accende questo giocatore la Lazio gira meglio. Nani che gioca al posto di Immobile fa molto movimento. L'Udinese non si scopre e la Lazio aspetta con ordine e dimostra grande maturità. Onestamente la partita è bruttina perché in realtà l'Udinese sembra difendere il passivo minimo e la Lazio non è interessata a stuzzicarla. Il gioco risulta lento e prevedibile. Si spera in qualche errore o qualche accelerazione improvvisa.

Comincia il secondo tempo e la Lazio parte a 300 all'ora. Affondo di Anderson e Nani insacca sul cross che termina l’azione, è 2 a 0. La partita finalmente comincia a prendere una piega più netta, si liberano spazi perché gli avversari dell'Udinese tatticamente si allungano e la Lazio può approfittarne. Siamo al 12' del secondo tempo e c’è una sola squadra in campo e non è l’Udinese. La classe dei giocatori biancocelesti affiora di minuto in minuto. Il pubblico si diverte e applaude una compagine forte, giovane e coriacea. Gli avversari appaiono spaesati. Quello che sembra chiaro, ma questo nel corso di tutta la partita, è quanto la Lazio appaia matura e sicura di sé, tutto questo per merito di una guida sapiente e preparata. La Lazio è assoluta padrona del campo, potrebbe fare altri gol e infatti segna il terzo gol con un ritrovato Anderson. 

Concede solo un‘azione all’Udinese ma Strakoscia è una diga. Questo portiere è  un'altra vittoria del direttore sportivo Tare, come quella di Marusic, Luis Alberto, Nani. Grazie a queste mosse la Lazio è forte anche nei suoi rincalzi. La Lazio voleva vincere questa gara, lo ha fatto con molta testa, con pazienza e sicurezza dei propri mezzi. Entrano altri 3 punti in cascina e si guarda alle prossime sfide, da un inaspettato terzo posto in solitudine. Oggi la Lazio è la terza forza del campionato senza discussioni.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento