25 Ottobre 2021

Pubblicato il

La Virtus Roma cade a Venezia solo sulla sirena

di Redazione
I capitolini vengono fermati da un canestro allo scadere di Daye, viziato probabilmente da un'infrazione di passi

Dopo aver condotto per quasi tutti i 40', la Virtus Roma è costretta ad arrendersi sul campo dei Campioni in carica di Venezia solo allo scadere, grazie a un tap-in vincente di Austin Daye per il 79-77.
Nonostante non partissero con i favori del pronostico, i giocatori di coach Bucchi sono riusciti a tenere testa ad una corazzata come la Reyer, squadra dal roster profondo e di fatto uguale a quello che l'ha portata allo Scudetto la passata stagione.
A "danneggiare" la Virtus, è stato soprattutto il mancato apporto da parte di Jerome Dyson, il quale non è riuscito ad accendersi come lo abbiamo spesso visto fare. Il talentuoso play USA, al quale la squadra è ormai abituata ad aggrapparsi nei momenti difficili, ha provato in tutti i modi a mettersi in ritmo, spesso forzando la giocata e riuscendo solo in un caso a vedere la luce, con una delle sue triple da distanza siderale. Proprio a seguito di un paio di sue forzature negli ultimi 60 secondi, Venezia è riuscita a rimettersi in carreggiata, fino a trovare la stoccata vincente proprio al suonare della sirena con un tap-in di Daye. 
La squadra capitolina ha però pagato soprattutto un terrificante parziale di 14-0 ad inizio di quarto periodo, probabilmente dovuto anche a delle rotazioni ormai ridotte all'osso: nei 9 giocatori andati a referto per Roma, sono infatti compresi anche Rullo e Moore, che hanno accumulato solo 10' in due.
Sulla giocata vincente dell'ala ex Pesaro aleggia però l'ombra di un'infrazione di passi: il canestro è infatti preceduto da un isolamento in post di Watt il quale, perdendo l'equilibrio, sembrerebbe compiere un movimento irregolare che gli arbitri non hanno tuttavia segnalato.

La Virtus Roma rimane dunque a quota 14 punti ed avrà l'occasione di riscatto già domenica 29, quando sarà ospite di Reggio Emilia. 

IL TABELLINO
Reyer Venezia 79 – 77 Virtus Roma (10-17, 30-26; 18-21, 21-13)
Reyer Venezia: Casarin, Stone 5, Bramos 10, Tonut 10, Daye 28, De Nicolao 3, Filloy, Vidmar 2, Chappell 2, Mazzola 3, Pellegrino ne, Watt 16.
Virtus Roma: Moore, Alibegovic 14, Rullo, Dyson 10, Jefferson 15, Buford 16, Kyzlink 13, Baldasso 7, Pini 2, Farley ne, Spinosa ne, Cusenza ne.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo