22 Ottobre 2021

Pubblicato il

La Virtus Roma batte Bergamo nella sfida al vertice e vola in vetta

di Redazione
I ragazzi di Piero Bucchi trionfano all'overtime, dopo una partita molto intensa ed equilibrata

Roma 82, Bergamo 78. Non sono bastati i tempi regolamentari a decretare un vincitore tra le due regine dell'A2 Ovest. Così, in un Palazzo dello Sport caldo come mai in questa stagione, la Virtus è dovuta ricorrere ai supplementari per piegare Bergamo e scavalcarla in vetta alla classifica (seppur con una partita in più).
Una partita intensa, nella quale gli ospiti hanno dovuto fare i conti coi problemi di falli di Roderick, il quale però, con 4 falli a carico già da metà terzo periodo, è dovuto uscire solo nell'overtime. Le squadre hanno sempre risposto colpo su colpo, non riuscendo mai a trovare l'allungo. 
Roma comincia bene e riesce a trovare alternative a Sims, sistematicamente raddoppiato, che è bravo nell'aprire spazi per i tiratori dall'arco. Le percentuali al tiro dei padroni di casa non sono delle migliori nei primi minuti, mentre Bergamo è precisa soprattutto con Fattori.
Si va all'intervallo sul 36-32.
Al rientro, Roderick trova subito il già citato 4° fallo ma rimane in partita, mentre Roma perde Moore per falli nei momenti decisivi del quarto periodo, poco dopo aver segnato una pazzesca tripla col fallo.
Nell'ultimo minuto dei regolamentari, un finalmente convincente Santiangeli segna la tripla del +2 a 40" dal termine, ma Roderick risponde da sotto e pareggia. 10 secondi sul cronometro: Roma ha palla della vittoria, Landi spara da 3 ma il pallone rimbalza sul ferro ed esce. E' overtime.
Nel supplementare, Bergamo (presto priva di Roderick) fatica a elaborare soluzioni offensive che non prevedano isolamenti per Taylor, mentre Roma, appoggiandosi in post a Sims (anche lui con 4 falli), fa muovere la difesa avversaria. Un break di 7 punti firmato Landi-Santiangeli-Baldasso segna il solco decisivo tra le due squadre, nonostante un antisportivo fischiato al play classe '98 mandi in leggera apprensione il pubblico di Roma. Per Bergamo è però troppo tardi: la Virtus vince ed è momentaneamente sola in vetta!

IL TABELLINO
Virtus Roma 82 – 78 Bergamo
(14-19, 22-13, 19-16, 15-22, 12-8)
Virtus Roma: Aristide Landi 21 (3/4, 5/8), Henry Sims 19 (8/14, 0/0), Marco Santiangeli 13 (1/3, 3/7), Nic Moore 12 (1/4, 3/7), Daniele Sandri 5 (1/4, 0/1), Tommaso Baldasso 4 (2/3, 0/5), Amar Alibegovic 3 (1/3, 0/0), Andrea Saccaggi 3 (0/0, 1/3), Massimo Chessa 2 (1/1, 0/4), Edoardo Lucarelli, Daniel Spizzichino, Bojan Matic.
Tiri liberi: 10 / 15 – Rimbalzi: 44 9 + 35 (Henry Sims 15) – Assist: 21 (Marco Santiangeli 8)
Bergamo: Brandon Taylor 21 (1/6, 5/10), Terrence Roderick 20 (3/6, 2/5), Lorenzo Benvenuti 11 (4/7, 0/0), Giovanni Fattori 11 (0/3, 3/10), Luigi Sergio 8 (1/2, 1/3), Andrea Casella 7 (2/3, 1/5), Ruben Zugno 0 (0/2, 0/1), Dario Zucca, Marcello Piccoli, Andrea Augeri.
Tiri liberi: 20/21 – Rimbalzi: 37: 7+30 (Brandon Taylor, Terrence Roderick 9) – Assist: 12 (Brandon Taylor, Terrence Roderick 5).

MVP: Aristide Landi

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo