L’ironia dei romani: “A che serve l’ISIS, quando hai l’ATAC?”

31

Disperazione e rassegnazione che, puntualmente, si trasformano in ironia. Anche questa è una caratteristica preponderante di Roma e dei romani, che non perdono occasione per sorridere sulle proprie disgrazie. Anche quando queste sembrano piuttosto emblematiche e ridicolizzanti, agli occhi dell’Europa e del mondo.

E non lo hanno fatto nemmeno stavolta, di fronte alla preoccupante colonna di fumo che ha sovrastato il centro della capitale in seguito all’esplosione di uno dei vecchi mezzi dell’ATAC. L’ennesimo. Fiamme e fumo che non hanno causato ferimenti, intossicazioni o vittime solo grazie alla prontezza del conducente, che si è accorto del problema e ha fatto scendere tutti prima che il datato e stanco bus passasse a miglior vita.

Della serie “Prendiamola a ridere, che è meglio” sono stati perciò creati alcuni post goliardici e diversi slogan, che la facile divulgazione attraverso i social e le chat hanno reso virali: “A che serve l’ISIS, quando hai l’ATAC?” si legge in uno di questi.  E ancora: “A Londra l’IRA, a Madrid l’ETA, a Parigi l’ISIS… A Roma l’ATAC!

LEGGI ANCHE:

Incendio Atac, dipendente racconta perché gli autobus vanno a fuoco

Roma. Dopo 2 bus andati in fiamme, un'automobile va a fuoco a Montesacro