Vuoi la tua pubblicità qui?
07 Luglio 2020

Pubblicato il

L’imprenditore romano: “Così abbiamo riconvertito abbigliamento in mascherine”

di Redazione

Il titolare di un'azienda di abbigliamento della Capitale ci racconta come è nata la scelta e come l'ha realizzata

In questo momento così critico e drammatico molti di noi si chiedono come poter essere utili mell'emergenza sanitaria, come darsi da fare nel modo migliore, per se stessi e la collettività. Andrea Vernaglia, titolare, con suo fratello, di un'azienda di abbigliamento romana, ha deciso di riconvertire la sua azienda in una fabbrica di mascherine. Ci siamo fatti raccontare in che modo è nata questa scelta e come l'ha realizzata. 

“Abbiamo un marchio di abbigliamento che distribuiamo in 150 punti vendita tra cui 20 Coin. Facciamo lavorazioni anche conto terzi. La situazione Covid-19 ci avrebbe costretti a chiudere, con materiale fermo in magazzino, danni importanti per l'azienda, personale in cassa integrazione, e questo non avrebbe giovato a nessuno. Così abbiamo deciso di riconvertire la produzione in mascherine, che invece sarebbe stato utile potenzialmente per tutti. Si tratta di mascherine di ottimo materiale, che può essere lavato e riutilizzato, all'interno Tnt e fuori cotone filtrante per il respiro. Non sono prodotte per i medici o con requisiti chirurgici, ma per la collettività, per uso comune come recarsi a fare la spesa o in farmacia”.

 

Come funziona l'iter per convertire la produzione?

Vuoi la tua pubblicità qui?

“Abbiamo chiesto alla prefettura di Roma di rimanere aperti per la produzione di mascherine, ricevendo anche una commessa per il Comune di Roma. La commissione ricevuta da una società municipalizzata ci ha permesso di 'provare', cdiciamo così, la riconversione. Anche a livello umano siamo soddisfatti della scelta perché credo che ciscuno debba dare un aiuto come può. Le nostre camicie e gonne sono certamente più graziose e colorate, ma in questo momento non servono a nessuno. Certo queste mascherine, hanno un prezzo minimo, anche noi dobiamo restare in piedi, ma nel modo più responsabile e utile possibile”.

L'indirizzo email per ordinarle:

mascherine_protettive@imdressing.com

Leggi anche: 

Un infermiere tedesco impegnato nel Covid-19 avrà 185 € in più al giorno e noi?

Covid-19, Sindacati denunciano: situazione fuori controllo al Nomentana Hospital

 

 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento

Condividi