06 Marzo 2021

Pubblicato il

L’emergenza rifiuti arriva in Municipio VIII di Roma

di Redazione

Via Chiabrera e via Da Vinci: cassonetti stracolmi e rifiuti sparsi sui marciapiedi

Via Gabriello Chiabrera e via Leonardo Da Vinci nella giornata di oggi, domenica 18 maggio, si presentano così: cassonetti AMA stracolmi, rifiuti sparsi a terra, cattivi odori. Che Roma sia in emergenza rifiuti, d’altra parte, non è una novità; sono molte le segnalazioni che giungono dai residenti e cittadini che sono di giorno in giorno sempre più esasperati. Stavolta tocca a quelli del quartiere San Paolo, nel Municipio VIII.

Come già abbiamo avuto modo di dimostrare con il Tour del Degrado proprio in questo Municipio, sono diverse le criticità che affliggono il territorio: giardini lasciati all’abbandono, un cantiere PUP fermo da anni, discariche a cielo aperto nelle zone limitrofe al vicolo Savini, nei pressi di viale Marconi. Da lì, però, a quanto pare, le discariche si sono spostate direttamente sui nostri marciapiedi, invasi dai rifiuti, come ormai sempre più spesso capita di osservare per le strade della Capitale.

“Questa è la goccia che fa traboccare il vaso” – dichiarano Glauco Rosati e Fabio Roscani, rispettivamente capogruppo in Municipio e portavoce della Costituente Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale in Municipio VIII, dai quali ci giunge la segnalazione. I due, a seguito delle lamentele dei residenti della zona, hanno effettuato un sopralluogo nelle vie segnalate.
“Il nostro Municipio, che già versava in una preoccupante situazione di decoro, oggi si trova ad affrontare una vera e propria emergenza rifiuti. Auspichiamo che la situazione venga riportata al più presto alla normalità e che i cittadini non debbano più ritrovarsi ad affrontare situazioni come quella odierna”.

Questa emergenza, secondo Rosati e Roscani, “mostra a tutti il disinteresse e lo stato d’abbandono da parte dell’amministrazione guidata dal presidente Catarci, al quale rivolgiamo un invito affinché intervenga personalmente presso gli organi competenti al fine di porre rimedio a questa emergenza”.

Incalza anche il portavoce della Costituente Romana FdI-An, Andrea De Priamo secondo il quale, “dopo poco più di un anno, il sindaco Marino ha vanificato tutto il capillare lavoro svolto dalla precedente amministrazione per la raccolta differenziata, gettando Roma in un totale stato di abbandono e degrado”.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento