17 Maggio 2021

Pubblicato il

Roma, incidente Boccea: Noi con Salvini promuove presidio a Battistini

di Redazione

Oggi in Assemblea capitolina un minuto di silenzio. Il Campidoglio si costituirà parte civile

È di ieri la tragica morte di una donna, causata da una macchina in fuga che l’ha travolta e uccisa; altri 8 feriti contribuiscono a un bilancio spaventoso. A bordo dell’auto, che non si è fermata all’alt della Polizia, alcuni rom; nella mattinata di oggi, è stata arrestata una 17enne bosniaca.

Dopo i fatti di ieri a Boccea, oggi l’Assemblea capitolina, su proposta del consigliere capitolino di Verso la lega dei popoli con Salvini, Marco Pomarici, ha osservato un minuto di silenzio in ricordo della vittima. La donna era di nazionalità filippina.  


Dal Campidoglio inoltre, giunge la notizia che Roma Capitale si costituirà parte civile contro chi ieri ha investito la donna, uccidendola, e ferito altre 8 persone.  Il Campidoglio si offrirà inoltre di pagare le spese del funerale della donna.

Per stasera, inoltre, è previsto un presidio, sempre in ricordo della vittima. Il presidio è promosso da Noi con Salvini al quale ha aderito anche Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale. “Dopo la mattanza di ieri, oggi alle 18.30 saremo alla fermata della Metro A Battistini per un presidio con cui vogliamo esprimere solidarietà ai feriti e cordoglio alla famiglia della vittima”, spiegano i consiglieri del XIII Municipio Aurelio Fabbri, Giannini e Di Trocchio di Noi Con Salvini.

“Chiederemo la chiusura immediata di tutti i campi rom e le dimissioni del sindaco Marino, nuovamente assente da Roma”, aggiungono, sostenendo che “la nostra città non merita questa amministrazione pertanto, se Marino avesse un briciolo di coerenza dovrebbe permettere ai romani di andare al voto già a ottobre”.

La delegazione di FdI-An che prenderà parte al presidio, sarà composta di consiglieri comunali e municipali. “Esattamente un mese fa il centrosinistra in Municipio XIII ha bocciato l’odg presentato dal capogruppo Fdi-An Andrea Saponaro, che impegnava la giunta a smantellare definitivamente il campo abusivo di via della Monachina, proprio da dove provengono i tre nomadi che ieri sera hanno travolto 8 cittadini”, dichiara Andrea De Priamo, portavoce della costituente romana di Fratelli d’Italia. “Non possiamo più tollerare queste follie politiche di una sinistra sempre più chiusa nella sua ideologia buonista, che anche in queste ore vede lo scandaloso silenzio del sindaco Marino di fronte all’indignazione dei romani”.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento