Vuoi la tua pubblicità qui?
04 Dicembre 2022

Pubblicato il

In arrivo il nuovo bonus psicologo, ecco chi ne ha diritto e come richiederlo

di Simone Fabi
A meno di un mese dal termine per presentare la richiesta, ecco tutte le info relative al nuovo bonus psicologo
Psicologo
Lo psicologo e paziente durante una seduta

Viene erogato una sola volta, destinato a coloro che rispettano alcuni certi parametri Isee. È il nuovo bonus psicologo e può essere usato come voucher per accumulare sconti fino a un massimo di 50 euro per seduta. Ma come funziona la nuova misura?

Di che si tratta 

Il tempo a disposizione per richiederlo c’è, con la scadenza fissata al 24 ottobre 2022 per inoltrare la domanda. Il bonus psicologo, la misura introdotta dal governo, è finalizzato a sostenere spese di assistenza psicologica per i cittadini che, durante pandemia e crisi economica, siano stati interessati da condizioni di depressione, ansia, stress o in generale, di fragilità psicologica. Un numero considerevole di domande pervenute sulla piattaforma dell’Inps a partire dallo scorso 25 luglio che, sin dai primi giorni, sono risultate ben oltre quelle che ci si attendeva. 

Il problema depressione 

La depressione è la malattia mentale più diffusa: secondo alcune stime, in Italia si superano i 2,8 milioni di casi. Nel nostro paese la depressione è meno diffusa tra gli adulti e tra coloro che corrispondono a una fascia d’età tra i 15 e i 44 anni. Spesso associati ad ansia cronica grave, i disturbi ansioso-depressivi sono spesso e volentieri derivanti da condizioni di svantaggio economico e sociale.

Si riscontra infatti che per la salute mentale la condizione lavorativa diventa abbastanza fondamentale. Sono certamente di numero maggiore i casi registrati tra inattivi e disoccupati tra i 35 e i 64 anni, rispetto ai coetanei occupati. Si tratta di un trend in aumento, soprattutto dopo gli effetti della pandemia, con conseguenze e relativo impatto che stanno, col passare del tempo, delineandosi in modo sempre più netto.

A chi è destinato

Il “Contributo per sostenere le spese relative a sessioni di psicoterapia”, è destinato a tutti i cittadini richiedenti che abbiano un Isee non superiore ai 50mila euro. Lo ricorda una nota proveniente direttamente dall’Istituto nazionale di previdenza sociale. Il beneficio sarà erogato garantendo la priorità nei confronti di persone con Isee più basso, a seconda dell’ordine di arrivo della domanda, in relazione alle risorse disponibili.

Come effettuare la richiesta

La domanda può essere inoltrata attraverso le credenziali del Sistema pubblico di identità digitale (Spid), la Carta di identità elettronica (Cie) o la Carta nazionale dei servizi (Cns), tramite accesso al servizio “Contributo sessioni psicoterapia“, situato nella home page del sito web dell’Inps

In alternativa, è possibile presentare la domanda tramite il numero verde 803.164. Se la domanda sarà accettata, verrà fornito all’utente un codice da comunicare al professionista di riferimento, con un lasso di tempo di 180 giorni per utilizzare il voucher. Qualora l’Isee fosse inferiore ai 15mila euro l’anno, si avrà diritto a 50 euro per ogni seduta, per un importo complessivo di 600 euro per beneficiario. In caso di Isee tra i 15mila e i 30mila euro, sarà possibile ricevere un buono fino a 50 euro per seduta, con un tetto massimo di 400 euro. Con un Isee compreso tra i 30mila e i 50mila euro, si riceveranno fino a 50 euro a seduta per l’importo massimo di 200 euro.

Dove può essere utilizzato

Il contributo può essere utilizzato per sedute di psicoterapia presso specialisti privati regolarmente iscritti nell’elenco degli psicoterapeuti, psicologi, o che abbiano comunicato l’adesione all’iniziativa all’ordine professionale di appartenenza. Per verificare l’elenco dei professionisti a disposizione, è sufficiente leggere i siti dell’Inps, Cnop e degli Ordini delle regioni e delle province autonome.

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo