17 Settembre 2021

Pubblicato il

Il Partito Animalista Europeo accoglie la MV Brigitte Bardot

di Redazione
Il partito di Stefano Fuccelli dà il benvenuto alla Brigitte Bardot, ancorata nei giorni scorsi al porto di Ostia

“Il Partito Animalista Europeo condivide, approva e sostiene i metodi ed i criteri della Sea Shepherd, del capitano Paul Watson e del suo equipaggio”. Con queste parole, Stefano Fuccelli, presidente del Partito Animalista Europeo, ha dato il benvenuto a “MV Brigitte Bardot”, ancorata nei giorni scorsi al porto di Ostia.
 
Il trimano “MV Brigitte Bardot”, arrivato nel lido laziale da Siracusa, dove ha avuto luogo la prima campagna di Sea Shepherd Global in Italia, fa parte della scuderia di navi con cui la Sea Shepherd Conservation Society, organizzazione fondata nel 1977 da Paul Watson, fronteggia le navi baleniere nell'oceano e la pesca illegale nei mari. Lunedì 29 settembre, nel pieno della cosidetta Operazione Siracusa, uno dei gruppi di volontari impegnati nel pattugliamento dell'Area Marina Protetta del Plemmirio, ha tempestivamente bloccato un'imbarcazione intenta a pescare illegalmente a circa 60-70 metri dalla costa.
 
La Sea Shepherd Conservation Society, “an international non-profit, marine wildlife conservation organization”, nel mondo è conosciuta per le sue “innovative direct-action tactics to investigate, document, and take action when necessary to expose and confront illegal activities on the high seas”. Il suo modus agendi, che prevede interventi di contrasto concreto al bracconaggio dei mari, tra cui il sabotaggio e l'affondamento dei pescherecci che violano le norme internazionali in materia di pesca alle balene, secondo parte del mondo animalista sarebbe troppo radicale. Tra le associazioni che hanno preso le distanze dalle azioni di SSCS c'è anche la nota Greenpeace, che ha scelto di evitare il danneggiamento delle navi baleniere nell’oceano.

Vuoi la tua pubblicità qui?

A sostegno dell'operato della SSCS, oltre ai tanti attivisti interni e contributori, in questi giorni si è natuarlmente schierato il Partito Animalista Europeo, in visita ufficiale alla  “MV Brigitte Bardot”. Il Pae di Fuccelli, nel corso di questi anni, si è distinto per il suo approccio interventista a partire dalla liberazione di otto beagle destinati alla sperimentazione presso l'azienda farmaceutica Menarini di Pomezia, nel marzo 2013, fino ad arrivare all'imponente moblitazione di piazza di quest'anno, in Trentino, per l'orsa Daniza. “Indipendentemente dai metodi utilizzati è sempre sbagliato criticare l’azione di successo e le vittorie di chi rischia per difendere ambiente ed animali da parte di chi dovrebbe lottare per la medesima causa”, ha dichiarato Fuccelli.

Stando a quanto denunciato da La Stampa lo scorso giugno, Greenpeace avrebbe “speculato sull’euro bruciando quasi quattro milioni di donazioni destinati al perseguimento dello scopo sociale”.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo