29 Luglio 2021

Pubblicato il

I giallorossi della Roma Volley vincono con primato in classifica

di Redazione

I giallorossi sono ora in testa alla classifica con due lunghezze di vantaggio sui pontini

Le ambizioni e i buoni propositi di inizio stagione hanno trovato conferma sul campo: la Station Service Roma è da ieri prima in classifica, grazie alla vittoria ottenuta nel derby casalingo contro la Virtus Roma e alla concomitante sconfitta del Sabaudia a Sassari (3-0).

Vuoi la tua pubblicità qui?

I giallorossi sono ora in testa alla classifica con due lunghezze di vantaggio sui pontini.
E pensare che non era cominciata bene: Roma concede molto nel primo set, e qualche errore di troppo spiana la strada alla vittoria del set da parte della formazione ospite (23-25). 

Nel secondo set Roma cambia marcia e porta il match dalla sua parte. Giallorossi scatenati e padroni della scena nel secondo e terzo set, chiusi con risultati eloquenti e ampi vantaggi (25-19 e 25-17). A quel punto non c'è più storia: la Station Service è inarrestabile e vince anche il quarto set (25-20).

Il numerosissimo pubblico applaude a scena aperta e finisce con un tripudio dei tifosi giallorossi. Il presidente Andrea Montemurro esulta a fine gara: "Sono felice e orgoglioso perché in questo gruppo ho creduto fin dall'inizio, dice il presidente, quando a inizio stagione parlavo di un campionato di vertice forse non tutti credevano che sarebbe stato possibile.

E invece siamo in testa al campionato e a questo punto non vogliamo fermarci più". Una squadra di ragazzi di Roma diventato un gruppo vincente: "Questione di mentalità e di applicazione. È una prima sfida vinta, ma il campionato non finisce qui e a questo punto vogliamo giocare fino in fondo per vincerlo". Sabato prossimo trasferta in terra sarda contro l'Oristano, per confermare il primato e continuare ad entusiasmare i tifosi di fede romanista.

 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento