29 Luglio 2021

Pubblicato il

Inaccettabile

Giorno della Memoria. Tre consiglieri fanno saluto romano in Aula, un altro scrive post contro ebrei…

di Redazione

Sarà la magistratura a valutare gli elementi per l'eventuale l'apertura o meno di un fascicolo

saluto romano consiglieri cogoleto lega giorno della memoria
Cogoleto (Ge), saluto romano di tre consiglieri comunali. (Foto da Adnkronos)

Denunciati dalla Digos

Sono stati denunciati dalla Digos di Genova i tre consiglieri comunali di Cogoleto, Francesco Biamonti, Mauro Siri e Valeria Amadei. Ieri, durante la seduta del 27 gennaio, Giorno della Memoria, avrebbero fatto più volte il saluto romano durante una votazione. I tre sono stati denunciati per violazione della legge Mancino.

Ieri gli agenti della Digos avevano acquisito atti e documenti sulla vicenda e sentito il sindaco del comune, Paolo Bruzzone, che aveva denunciato tramite Facebook l’episodio. Gli atti sono stati depositati in procura a Genova questa mattina, riporta l’Adnkronos. Ora sarà la magistratura a valutare gli elementi per l’eventuale l’apertura o meno di un fascicolo.

La Lega sospende consigliere

“La Lega ha sospeso la militanza del consigliere comunale di Cogoleto Francesco Biamonti in attesa dell’esito della sua contestazione con tanto di querela nei confronti del sindaco Bruzzone e di alcuni consiglieri della maggioranza”. Lo ha dichiarato Edoardo Rixi, commissario della Lega della regione Liguria in un’intervista alla Tv genovese “Primocanale”.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Rixi ha commentato il provvedimento nei confronti di uno dei tre consiglieri comunali di Cogoleto, comune in provincia di Genova, coinvolti nel caso del saluto romano durante un consiglio comunale il giorno della Memoria.

Lega: Valuteremo l’espulsione

“In attesa di giustizio, la Lega ha preso la sua decisione – prosegue-. Biamonti è un consigliere che milita in Lega da 30 anni. Qualora si acclarassero comportamenti non accettabili per il nostro movimento che nasce con radici diverse, valuteremo l’espulsione.

La Lega da sempre sostiene i valori della Repubblica e della Resistenza. Per questo condanniamo però la ‘caccia al mostro’ con messaggi disgustosi sui social con minacce esplicite. Chiedo che ci sia un ritorno alla forma e alla sostanza nell’altro di un ragionamento democratico per non creare il contrario di quello che si deve difendere”.

Altro consigliere leghista scrive post contro ebrei, poi si dimette

Scrive un post contro gli ebrei in occasione della ricorrenza della Giornata della Memoria. Poi dopo che anche il sindaco di Biella Claudio Corradino, leghista come lui, e il segretario locale del partito Michele Mosca, lo avevano invitato a lasciare si è dimesso. Protagonista un consigliere comunale della Lega di Salvini, a Biella, Franco Mino.

Il consigliere di maggioranza a Palazzo Oropa ha scritto un testo, ieri, sulla sua pagina Facebook, dove dichiarava la propria mancanza di solidarietà per le milioni di vittime della Shoah, per presunte e non chiare responsabilità della comunità ebraica rispetto a vittime africane nel corso dei decenni passati.

Un testo confuso e scritto in modo approssimativo, ma che sulla rete non è passato inosservato ed è stato fortemente criticato da altri utenti, compresi politici e sindacalisti della zona. Sul web è nato quindi l’inevitabile scontro, durante il quale il consigliere non ha mai ritratto quanto scritto provando pure a difenderlo con altre considerazioni dello stesso tenore offensivo.

Sindaco Biella chiede dimissioni a Mino

Il sindaco leghista di Biella Claudio Corradino, in una nota stampa, aveva subito preso le distanze dalle farneticazioni di Mino e gli ha chiesto di dimettersi:  “Nel ruolo che ricopro di primo cittadino e a nome di tutta l’Amministrazione comunale prendo le distanze e non condivido il pensiero che il consigliere comunale Franco Mino ha espresso attraverso i social network sul tema della Shoah e della Giornata della Memoria. Attendo che il consigliere presenti alla mia scrivania le sue dimissioni dalla carica che ricopre. (Adnkronos)

LEGGI ANCHE:

Carpineto Romano, è morta la ragazza dispersa a Pian della Faggeta

Coronavirus, Lazio passa in zona gialla. Ministro Speranza firma ordinanza

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento