Vuoi la tua pubblicità qui?
07 Dicembre 2021

Pubblicato il

Facebook va down e su Twitter impazzano le battute

di Redazione
"Mo ci tocca lavorare per davvero" "Nei prossimi minuti il PIL italiano toccherà un +6%"

Erano circa le 10 di stamattina quando in quasi tutto il mondo era impossibile accedere a Facebook. Un vero e proprio psicodramma per tutti gli internauti perché ormai sembra acclarato che senza il social network di Marck Zuckerberg alcune persone non sanno più vivere. Il problema è durato 45 minuti(il black out più lungo di sempre), sufficienti per scatenare l'ironia su twitter, con l'hashtag #facebookdown divenuto tra i più popolari.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Come accaduto per i problemi di connessione di Wind-Infostrada, le battute l'hanno fatta da padrone. Tra le più gettonate: "Mo ci tocca lavorare per davvero", "#Facebookdown la produttività in Italia cresce e fa guadagnare un punto di PIL", "Nei prossimi minuti il PIL italiano toccherà un +6%". Sono comparse anche improbabili statistiche: "Durante il #facebookdown sono aumentate del 654% le scritte sui muri".

Altri hanno ipotizzato scenari "apocalittici": "Panico in strada: la gente va in giro con le proprie foto chiedendo "ti piace"?". Al pari di tante altre persone qualcuno si è chiesto: "Riusciremo a sopravvivere senza Facebook per tre minuti? Seguite i nostri piccoli e grandi drammi su #facebookdown". Qualcun altro ha fornito singolari chiavi di lettura: "Chiaramente quelli di #Facebook sono stati invidiosi di tutta la visibilità che ha avuto @WindItalia #facebookdown".

C'è anche chi ha riscontrato dei lati positivi:"Devo lavorare, grazie #facebookdown". Oppure: "Non funziona Facebook. È decisamente il momento giusto per prendersi una vacanza".

Ma la teoria prevalente è quella secondo cui senza Facebook il mondo è più noioso e monotono, al punto che quando il social network è tornato operativo c'è chi ha annunciato: "È TORNATO FACEBOOK! POSSIAMO CAZZEGGIARE!".

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo