06 Maggio 2021

Pubblicato il

Domenica è “Tevere day”, giornata dedicata al fiume di Roma

di Redazione

Da Castel Giubileo fino a Ostia, oltre 70 appuntamenti organizzati da 61 enti e associazioni

Una giornata per conoscere e vivere il Tevere, per riflettere sulle azioni necessarie per salvaguardarne le acque, per sapere quali sono le misure da adottare per riqualificare e valorizzare il fiume simbolo di Roma. E poi tanto sport, musica, visite guidate, tour cine-letterari, giochi per i più piccoli e anche assaggi dei prodotti gastronomici tipici romani.

Sarà tutto questo e molto altro ancora il "Tevere day", iniziativa promossa dall'Associazione Museo del Tevere e alla quale l'Autorità di bacino distrettuale dell'Appennino centrale ha concesso il proprio patrocinio.

L'appuntamento è per domenica 27 ottobre. Dall'alba al tramonto si svolgeranno sulle sponde del fiume oltre 70 appuntamenti organizzati da 61 enti e associazioni. Da Castel Giubileo fino a Ostia, passando per il Foro Italico, il Ponte della Musica, lo Scalo de Pinedo, e poi ancora l'Isola Tiberina, Testaccio e la spiaggia di Tiberis, lungo tutto questo percorso guide e istruttori accompagneranno romani e turisti in tantissime attività sportive e culturali.

Si va dagli sport in acqua con canoe e kayak alle risalite di brevi tratti di fiume in gommone, dalle pedalate in bicicletta alle camminate sportive, dalle lezioni di fitness a quelle di yoga.

Si potrà partecipare a passeggiate culturali fra storia e architettura oppure ascoltare i concerti in programma a Tiberis (dal jazz di Stefano Di Battista all'Orchestra Popolare Italiana diretta da Ambrogio Sparagna) o quello in Piazza Tevere dell’Orchestra di Musica tradizionale di Testaccio, conoscere i progetti di valorizzazione del fiume e magari anche scambiare due parole con i volontari che il 25 e 26 saranno scesi sulle sponde per sistemarle, pulirle e renderle più vivibili.

"Il Tevere – spiega il segretario generale dell'Autorità di bacino distrettuale dell'Appennino centrale Erasmo D'Angelis – è il nostro monumento più antico, non è un intruso ma è una ricchezza che va valorizzata e non abbandonata. Il Tevere è Roma, bisogna creare conoscenza e cultura intorno a questo fiume". L'invito è a partecipare alle iniziative di domenica prossima, ma non solo. "Impegniamoci – aggiunge D'Angelis – affinché il Tevere Day non sia solo un appuntamento di domenica 27 ottobre, ma un appuntamento quotidiano".

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento