22 Ottobre 2021

Pubblicato il

Delrio vieta lo sciopero di 4 h del trasporto pubblico del 26 giugno

di Redazione
Lo sciopero interessava sia la rete Atac che le linee periferiche gestite dalla Tpl. Usb: "Ennesimo atto illegittimo e repressivo"
graziano delrio
Il capogruppo del Pd alla Camera Graziano Delrio

Lo sciopero nazionale di 4 ore previsto per lunedì 26 giugno è stato differito a data da destinarsi su ordinanza del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti. Lo sciopero era stato indetto dalle organizzazioni sindacali Usb, Faisa Confail e Sul Comparto Trasporti, e interessava metro, tram e autobus, sia la rete Atac che le linee periferiche gestite da Roma Tpl.

Il ministro dei trasporti Graziano Delrio ha precettato i lavoratori del trasporto pubblico locale che avevano deciso di scioperare. "Uno sciopero che lo stesso ministero e la commissione di garanzia hanno ritenuto invece legittimo e regolare", dichiara in un comunicato l'Usb: "Siamo ormai agli atti autoritari degni dei peggiori anni di questo paese", prosegue.

"Se si vieta un diritto costituzionale senza alcuna reale motivazione vuol dire che stiamo andando verso un qualche cosa che somiglia molto ad un regime. I lavoratori, non solo quelli del trasporto pubblico locale, non saranno certo contenti di quest'ennesimo atto illegittimo e repressivo", sostiene l'Unione Sindacale di Base,

 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo