30 Luglio 2021

Pubblicato il

Brutture romane

Degrado a Roma: Piazza dei Cinquecento è lo specchio della deriva sociale

di Chiara Fedeli

Piazza dei Cinquecento, davanti alla stazione Termini, mostra una situazione di forte degrado sociale e incuria ambientale

Clochard Piazza dei Cinquecento
Roma, clochard si riparano sotto le arcate di Piazza dei Cinquecento

Piazza dei Cinquecento, siamo nel cuore di Roma, proprio davanti la stazione Termini, centro nevralgico degli spostamenti giornalieri di migliaia di lavoratori e – tra poco – di turisti. Nonostante la grande affluenza quotidiana, la piazza apre uno scenario che parla di degrado e di deriva sociale. Di giorno di sporcizia e di povertà e, di notte, di pericolo e criminalità.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Moltissimi i senza fissa dimora che trovano riparo tra le strade della piazza, proprio perché uno dei punti più trafficati di tutta la città. Ma la zona, oltre a essere rifugio per i senzatetto, è anche lo specchio di una situazione sociale, urbanistica e ambientale che non può più essere ignorata. I parcheggiatori abusivi, la microcriminalità e la sporcizia concorrono al degrado di uno dei più importanti centri di transito non soltanto della città, ma di tutta Italia. 

La riqualificazione della zona, un progetto che procede per tentativi

Nel marzo 2021 sarebbe terminata la prima fase del concorso per la riqualificazione di Piazza dei Cinquecento, il cui bando è stato indetto lo scorso dicembre dal gruppo FS Italiane e Roma Capitale. Il progetto dovrebbe concludersi il prossimo 19 luglio. Nonostante il piano però, sembra che la strada sia ancora lunga, come si può constatare dalle condizioni delle strade della zona a oggi, giovedì 27 maggio, a neanche due mesi dal termine del progetto. 

Una storia lunga, quella dei tentativi di riqualifica della zona di Termini e dintorni. Si contano ben sei piani dal 1960, tra cui quello del 2016, anno in cui il Commissario Straordinario di Roma Capitale, il Prefetto Francesco Paolo Tronca, aveva espresso il desiderio di riqualificare il territorio nel suo mandato. Tronca aveva puntato sulla collaborazione di Acea, Atac e Ama, con particolare riguardo proprio alla zona della stazione, partendo da Via Giolitti e Via Marsala. Parallelamente, il piano prevedeva di implementare le attività volontariato e censimento dei clochard della zona.

Nonostante i numerosi tentativi, però, la situazione di Piazza dei Cinquecento continua a risultare critica, al punto da chiedersi se non sia necessario un intervento ancor più radicale degli sforzi finora provati.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento