03 Agosto 2021

Pubblicato il

“Con tutto l’Abruzzo che posso” di ‘Nduccio, Salone Margherita

di Redazione
​"​Il Padreterno è Abruzzese e vive a Roma: l'ho sempre pensato, fin da bambino quando sentivo dire: DIO T'ASSISTA!"

​"Il Padreterno è Abruzzese e vive a Roma: l'ho sempre pensato, fin da bambino quando sentivo dire: DIO T'ASSISTA!"

"Germano D’Aurelio, il Pescarese conosciuto al mondo col nome di ‘Nduccio, cabarettista del Seven Show presentato in Rai da Renzo Arbore, debutta mercoledì 2 marzo al Salone Margherita con l’opera originale: ​"CON TUTTO L’ABRUZZO CHE POSSO! Una produzione di Fabio Censi.

"I primi tassisti abruzzesi e molisani arrivarono a Roma con i muli che sicuramente erano più economici dei mezzi di ora. Avevano l'antifurto incorporato, infatti partivano solo col richiamo vocale del padrone. Erano molto economici, alimentati senza petrolio, solo con il fieno, e soprattutto altamente ecologici: con lo scappamento facevano crescere i pomodori nell'orto"​

​“CON TUTTO L’ABRUZZO CHE POSSO!” è un contenitore scanzonato della cultura popolare della regione di Flaiano e Silone, raccontato dal cabarettista più longevo del Medio Adriatico. Da John Fante a Flaiano, da D’Annunzio a Dean Martin a Perry Como ecco alcuni “Magic Moments” di ilarità, musica e canzoni. “La tragedia di una risata”, il possibile sottotitolo dell’opera che presenta due ore di intrattenimento grazie anche alla straordinaria partecipazione del cantautore Goran Kuzminac e di Libera Candida, voce di fuoco, dal cuore lusitano (solo nelle serate di venerdì, sabato e domenica).​ 

Da un'indagine è risultato che oltre il cinquanta percento dei tassisti di Roma, soprattutto quelli della cooperativa 3570, sono nativi od originari dell’Abruzzo o del Molise, un dato che al comico 'Nduccio non è passato inosservato e che l'ha reso il più seguito dalla categoria tanto che il giorno della Prima ne saranno presenti in sala più di un centinaio.  

'Nduccio ​In CON TUTTO L’AMORE CHE POSSO!  Con la partecipazione di GORAN KUZMINAC, Libera Candida, Luca Ragnone, Valeria Zulli, Stefano Tisi e le “Olive all’Ascolana” di Germano D’Aurelio Regia di G.D’Aurelio

Vuoi la tua pubblicità qui?

 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo