05 Maggio 2021

Pubblicato il

Charlie Hebdo, Marino: “Tanta paura ma difendiamo la pace”

di Redazione

Incontro tra Marino, Abdellah Redouane e Catherine Colonna. In Aula Giulio Cesare distribuite copie di Charlie Hebdo

"Oggi il Campidoglio ospita Catherine Colonna, Ambasciatrice francese in Italia, e il professor Abdellah Redouane Segretario Generale del Centro Islamico d’Italia. Qui oggi affermiamo il nostro desiderio di pace, per dire no al terrore, no alla guerra, no all’odio e all’intolleranza". A scriverlo su Facebook è il sindaco di Roma Ignazio Marino. A margine del post, una foto: in Campidoglio, sugli scranni dell'Aula Giulio Cesare sono presenti le copie del giornale satirico Charlie Hebdo, di nuovo in edicola oggi dopo l'attentato dello scorso 7 gennaio. Charlie Hebdo, in Italia, è stato distribuito, in 300mila copie andate a ruba, in allegato al Fatto Quotidiano.

"La paura di quello che può accadere è forte, l'idea che questa onda sotterranea di violenza e di morte possa colpire anche noi, a Roma, a Londra, a Madrid e in tutte le città europee ci toglie il sonno, ostacola la nostra ragione" – ha dichiarato il primo cittadino della Capitale, secondo cui – "è proprio in questi momenti che dobbiamo dimostrare la forza della nostra storia, la forza di una civiltà che ha pagato un prezzo altissimo per avere libertà, democrazia, tolleranza". 

"Il Corano dice che se uccidi una persona uccidi tutta l'umanità. Noi vogliamo esprimere tutta la nostra solidarietà alle vittime e alle loro famiglie, e porto il cordoglio del Centro islamico, sottolineando che non bisogna mischiare i terroristi con i musulmani" – ha risposto il segretario generale del Centro islamico d'Italia, Abdellah Redouane, intervenendo in Assemblea capitolina per l'incontro con l'ambasciatrice francese in Italia, Catherine Colonna e Marino. 

"Siamo qui perché vogliamo difendere la pace. Quello che è accaduto la settimana scorsa non riguarda solo Parigi o la Francia ma ognuno di noi, volevano colpire la libertà fondamentale dell'essere umano, quella di pensare" – ha quindi ribadito l'ambasciatrice francese in Italia, Catherine Colonna nel ringraziare – "Roma e l'Italia" per "le manifestazioni di solidarietà in un duro momento".

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento