Carlo Rienzi (Codacons): Raffica disdette viaggi e vacanze a Roma

2

Come già avvenuto in seguito agli attentati di Parigi dello scorso novembre, la paura di nuovi atti terroristici sta portando ad una raffica di disdette di viaggi e vacanze con destinazione Roma precedentemente acquistati dagli utenti. Così il Codacons, che sta ricevendo in queste ore le richieste di aiuto da parte di turisti di tutta Italia ma anche stranieri; utenti che sono in possesso di pacchetti turistici e soggiorni per vacanze nella capitale ma non intendono più recarsi a Roma, per il timore di possibili attentanti terroristici in città. "Roma, dopo Parigi e Bruxelles, è la città europea che più risente della paura di attentati. Già a fine 2015, dopo i gravi fatti di Parigi, la città eterna ha visto crollare le presenze in alberghi, strutture ricettive e ristoranti, e succedera'' la stessa cosa nei prossimi giorni, dopo gli attacchi di Bruxelles. E' un vero e proprio allarme per il settore turistico della capitale, che danneggerà non solo gli alberghi ma tutto l'indotto, come la ristorazione e il commercio, tanto più perché le presenze diminuiranno proprio durante la Pasqua, festività che richiama a Roma numerosi turisti. Le conseguenze nella capitale saranno pesanti sul fronte dei mancati guadagni e, purtroppo, anche dell'occupazione: per questo chiediamo di istituire un fondo di integrazione per le piccole e microimprese turistiche di Roma, in grado di attutire gli effetti del terrorismo sul turismo locale", spiega il Presidente Carlo Rienzi, candidato a sindaco della Capitale.