Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
25 Maggio 2022

Pubblicato il

Calcio, Serie A: Roma e Lazio pronte a ripartire

di Redazione
Quasi al via il campionato di calcio di Serie A 2017/2018 e le due romane, Roma e Lazio, stanno lavorando per preparare al meglio la stagione

Quasi al via il campionato di calcio di Serie A 2017/2018 e le due romane, Roma e Lazio, stanno lavorando per preparare al meglio la stagione. I giallorossi, dopo l’addio di mister Luciano Spalletti, approdato all’Inter, hanno un nuovo allenatore: Eusebio Di Francesco. In casa biancoceleste, invece, Simone Inzaghi si è meritato la riconferma da parte di Lotito e non potrebbe essere altrimenti visti i risultati raggiunti nella scorsa stagione. La Serie A che sta per partire sarà ancora più difficile, lo dice chi ama scommettere online e lo dicono soprattutto gli addetti ai lavori, alla luce dei movimenti di mercato che stanno portando avanti soprattutto le due milanesi. Ma vediamo, a questo punto del precampionato, come si stanno muovendo le due compagini romane.

La nuova Roma di Di Francesco

L’ex tecnico del Sassuolo, che in passato ha vestito la maglia giallorossa, arriva a Roma dopo anni di ottimi risultati ottenuti in nero – verde, e tenta il salto definitivo nel calcio che conta. È la prima volta, infatti, che Di Francesco si trova a misurarsi con una realtà difficile ed affascinante come Roma. La squadra giallorossa, dopo l’addio di capitan Francesco Totti, vive una nuova era e per farlo, la proprietà americana targata James Pallotta, ha deciso di ingaggiare l’ex direttore sportivo del Siviglia, Monchi.

Il calciomercato ha visto le partenze di Rudiger, Salah, Mario Rui, Szczesny, Vermaelen, Paredes, Ricci e Zukanovic. In compenso sono arrivati calciatori del calibro di Hector Moreno, difensore centrale della nazionale messicana, Karsdorp, esterno destro olandese ex Feyenoord, Pellegrini, centrocampista ex Sassuolo che tanto bene ha fatto agli ordini di Di Francesco, Gonalons, ex capitano del Lione, Defrel, attaccante francese ex Sassuolo e Kolarov, esterno sinistro ex Manchester City.

Una piccola rivoluzione in sede di calciomercato che ha rinnovato e ringiovanito la rosa a disposizione di mister Eusebio di Francesco, che si trova a dover gestire un mix tra calciatori giovani ed esperti, tutti dotati di un alto bagaglio tecnico ed atletico. Monchi, però, sembra voler regalare all’ex tecnico del Sassuolo un top player per sopperire alla partenza di Momo Salah. Il candidato numero uno sembra essere Mahrez del Leicester. Gli inglesi, però, sparano alto, e chiedono circa 40 milioni di sterline per l’esterno africano. I giallorossi si spingono fino ai 35 milioni di euro, ma la volontà del calciatore può fare la differenza.

Inzaghi cerca conferme

L’esaltante campionato messo a segno lo scorso anno ha dato fiducia all’ambiente laziale, rimasto stregato dal lavoro portato a termine da mister Simone Inzaghi e dai suoi ragazzi. Il tecnico vuole ripetersi dopo i grandi risultati raggiunti nello scorso campionato, anche se ha più volte dichiarato che quest’anno per la Lazio sarà un campionato molto difficile, visti anche gli impegni europei. In sede di calciomercato da segnalare le cessioni di Lucas Biglia, passato al nuovo Milan cinese, e di Cataldi, passato al Benevento. Gli acquisti riguardano i nomi di Oikonomidis, Marusic, Lucas Leiva, Di Gennaro e Caicedo. Proprio il centrocampista brasiliano ex Liverpool è chiamato a raccogliere la pesante eredità lasciata dall’argentino Biglia. I tifosi, però, sono sulle spine a causa della vicenda Keita Balde. Il forte attaccante biancoceleste, infatti, non ha ancora firmato l’accordo con la società di Lotito, e sembrerebbe essere destinato a vestire la maglia della Juventus. Su di lui l’interesse di Inter, Milan e Napoli. I partenopei avrebbero trovato l’accordo con Lotito per l’acquisto di Keita Balde sulla base di 30 milioni di euro, ma il calciatore preferirebbe la destinazione bianconera.

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo