18 Settembre 2021

Pubblicato il

Da Zona Rossa a Red Carpet

Boom di contagi vip dopo festival in Sardegna: la replica di Sardegna Film Commission

di Redazione
Incremento anomalo di contagiati tra le star che erano al Forte Village di Cagliari?
Sabrina Impacciatore
Sabrina Impacciatore

Nonostante tamponi frequenti, quarantenne severe e stretti controlli, il settore che al momento sembra più colpito dai nuovi contagi Covid-19 è quello del Cinema. In particolare il boom di contagiati è tra gli attori. Forse un cluster si sarebbe originato in occasione del IV Filming Italy Sardegna Festival.

Si registra infatti secondo la Repubblica un incremento anomalo tra le star che erano al Forte Village di Cagliari, resort da sogno tra ettari di verde con piscine cristalline.

Alcuni dei nomi che lo hanno animato: Elizabeth Olsen, Heather Graham e Vanessa Hudgens arrivate dagli Usa, eancora Valeria Golino, Valeria Mazza, Claudio Bisio, Sabrina Impacciatore, Paola Cortellesi, Giulia Bevilacqua, Maria Sole Tognazzi, Remo Girone, Daniele Pecci e altri.

La direttrice Tiziana Rocca spiega che “il protocollo sanitario è stato studiato da un ospedale di Cagliari con lo Spallanzani di Roma. Erano quasi tutti vaccinati con seconda dose, e solo pochi attori italiani attendono ancora il vaccino. Ma comunque tutte le persone che sono entrate, anche chi aveva il Green Pass, ha dovuto fare un tampone all’arrivo e alla partenza”. Ed erano tutti negativi. 

Sardegna, contagi vip: la versione della Impacciatore e di Giorgio Ariu


La sola ad aver confermato di essere in quarantena è Sabrina Impacciatore, che però fornisce una spiegazione differente: “Sono ancora in attesa di tampone, ma sono in isolamento, perché il 27 è risultata positiva una persona della troupe sul set del film su cui sto lavorando. Anche i miei colleghi sono in quarantena”, spiega a la Repubblica, escludendo quindi collegamenti con il Festival.

Vuoi la tua pubblicità qui?
Tiziana Rocca – Lorenzo Giannuzzi – Riccardo Di Pasquale – Roberta Giarrusso

Abbiamo chiesto a Giorgio Ariu, giornalista e membro del Cda Fondazione Sardegna Film Commission, un suo commento ai fatti riportati da la Repubblica.

Secondo Ariu, è “Altamente improbabile che il focolaio si sia sviluppato all’interno del Forte Village, penso che la Repubblica abbia preso una cantonata” in quanto “si tratta di uno dei luoghi più controllati in Europa dal punti di vista sanitario, in cui cui le misure per l’accesso sono rigidissime. Un sito che anzi può vantare metodi di contenimento virale all’avanguardia nel periodo pandemico” ha affermato.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo