21 Luglio 2021

Pubblicato il

Roma. Basta Marino Day: c’è anche il Comitato – Quadrante

di Redazione

La voce dei residenti del quartiere Appio Tuscolano oggi in piazza

Questa mattina i cittadini del Comitato – Quadrante, dell’Appio Tuscolano, hanno preso parte alla manifestazione “Basta Marino – Rivogliamo la nostra città” che da Piazza dell’Esquilino è giunta sino a Piazza Venezia.

Vuoi la tua pubblicità qui?

I residenti dell’Appio Tuscolano hanno raccolto l’invito lanciato dal Coordinamento per le periferie, presenziando al corteo per dire “basta alla situazione di degrado in cui versa la città: quella che una volta era la capitale dell’Impero, oggi sembra essere diventata la capitale dei rifiuti e della criminalità” – si legge nel comunicato sul blog del l’associazione con sede in Via Assisi 140. Nello specifico i cittadini del Comitato – Quadrante hanno esposto lo striscione recante la scritta: “Ex cellulosa via Assisi: basta incendi e degrado”, per focalizzare l’attenzione sul civico 157 di Via Assisi dove, come è stato più volte denunciato dai residenti, converge tutta la criminalità della zona, con immigrati irregolari dediti allo spaccio e al bivacco incontrollato.

“Il nostro quartiere, e più in grande la nostra città, è interessato da una situazione di degrado dilagante – parla Silvia, rappresentante dei cittadini del Comitato – Quadrante – per questo siamo qui in piazza oggi, per manifestare il nostro disagio nei confronti di un decadimento senza ritorno, per denunciare l’abbandono istituzionale al quale siamo costretti e per chiedere le dimissioni di un sindaco, che non è quello dei romani, ma quelli dei Rom. Marino pensa infatti a dare loro una casa, mentre ci sono cittadini romani in attesa di case popolari che vengono totalmente ignorati” – conclude la residente dell’Appio Tuscolano.

Dalle numerose associazioni presenti oggi al corteo risulta oramai chiaro quanto l’amministrazione Marino sia incapace di sintetizzare le richieste dei cittadini e di gestire una città complessa come Roma. I cittadini, dalla piazza, hanno detto basta a degrado e criminalità, ai campi rom fuori controllo, all’immigrazione incontrollata, ai roghi tossici nelle periferie, ai trasporti pubblici inesistenti: “Rivogliamo la nostra città!” – è il coro di chi non ce la fa più.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento