17 Ottobre 2021

Pubblicato il

A.S. Roma 3-2 Pescara: giallorossi al secondo posto

di Redazione
La Roma vince a fatica contro il Pescara in casa e ritrova il secondo posto in classifica

La Roma non molla il Milan e si riprende immediatamente il secondo posto, battendo il Pescara all’Olimpico per 3-2. In una gara dalle mille emozioni la squadra giallorossa riesce a mettere in cascina tre punti importantissimi che riportano la squadra di Spalletti alle spalle della capolista Juventus, adesso a sole 4 lunghezze.

La squadra di Spalletti vuole subito mettere sui binari giusti la gara e comincia a spingere sin dai primi scampoli di match. Al 4’ minuto grande occasione per Salah che, servito in profondità da Dzeko, supera in velocità Biraghi e calcia di punta con Bizzarri, palla di poco fuori. Prove generali per il vantaggio che arriva due minuti più tardi con il solito Dzeko. Calcio d’angolo battuto corto da Salah per Perotti, cross tagliato in mezzo dove c’è il centravanti bosniaco che di piattone mette il pallone all’angolino basso. I giallorossi sono in palla e trovano subito il raddoppio ancora con il numero 9. Minuto 11: Perotti se ne va sulla sinistra, ancora pallone in mezzo per Dzeko che, al limite del fuorigioco, prova il piazzato e trova la doppietta personale. Il Pescara prova la reazione d’orgoglio, dopo aver subito la doccia fredda di ben due gol nei primi minuti, ma la squadra di Spalletti è organizzata dietro ed evita i pericoli. Il primo pericolo per la porta difesa da Szczesny arriva con Caprari al 20’, ma la conclusione del centrocampista ospite è debole e centrale. La Roma completamente padrona del campo sfiora il tris al 27’ con un bellissimo tiro di Nainggolan dal limite, ma a negare il gol al belga ci pensa un gran colpo di reni di Bizzarri che con la mano di richiamo mette il pallone in corner. La partita diviene fisica con un Pescara deciso a non mollare la presa nonostante il doppio svantaggio. Al tramonto della prima frazione Edin Dzeko rischia di mettere a segno la seconda tripletta in 4 giorni svettando di testa sull’ennesimo cross di Perotti, palla di poco alta. L’arbitro dopo un minuto di recupero manda tutti negli spogliatoi con la Roma avanti per 2-0.

Nella seconda metà di gioco, la Roma continua il forcing per mettere al sicuro il punteggio e al 51’ sempre Dzeko si invola in area e sfodera un potente sinistro che termina sull’esterno della rete dando solo l’illusione del gol ai tifosi dell’Olimpico. Un minuto dopo, il Pescara confeziona una grande palla gol con Caprari che sfugge alla difesa giallorossa e mette un rasoterra in mezzo, sul traversone si fionda Pepe che colpisce a botta sicura, ma Szczesny si supera parando con i piedi. La Roma sbanda e gli ospiti ne approfittano questa volta con Verre che si inserisce a rimorchio e di punta colpisce all’altezza del dischetto, ma a salvare la porta ci pensa ancora Szczesny smanacciando la conclusione. Al 60’ dopo due grandi occasioni, il Pescara trova la rete e accorcia le distanze. Ripartenza veloce sulla corsia destra di Zampano, tocco arretrato per Memushaj, botta in diagonale di sinistro su cui l’estremo difensore della Roma non può arrivare. I padroni di casa, scossi dalla rete del Pescara, provano a ristabilire le distanze con Nainggolan che al 63’ spara un diagonale molto velenoso dai 25 metri ad incrociare con la palla che fa la barba al palo e termina fuori. La Roma si riversa in attacco e al 69’ su un’azione insistita Crescenzi stende Perotti e l’arbitro Irrati indica il dischetto. Alla battuta va Perotti che spiazza Bizzarri e trova il quinto centro stagionale in serie A. Gli ospiti non mollano e riaprono nuovamente i giochi tre minuti più tardi: Crescenzi, salito sulla sinistra, mette uno spiovente in mezzo, respinge la retroguardia giallorossa, ma il pallone arriva sui piedi di Caprari che, con un rasoterra di precisione, batte Szczesny. La partita è accesissima con continui ribaltamenti di fronte e ripartenze veloci. A 7 minuti dalla fine Salah impegna Bizzarri con una conclusione in scivolata, l’estremo difensore ospite chiude il primo palo e smanaccia in angolo. Negli ultimi minuti, il Pescara prova il tutto per tutto e la Roma rischia la rimonta, ma la Lupa stringe le fila e mantiene il vantaggio. Al triplice fischio con grande fatica, la Roma di Spalletti ritrova la vittoria in campionato e torna al secondo posto in classifica scavalcando Lazio e Milan.

*Foto di Claudio Pasquazi

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo