29 Settembre 2021

Pubblicato il

A Roma un murales per l’orsa Daniza

di Redazione
Realizzato sui muri del mercato Vittoria di via Sabotino dall'artista belga Roa

Da oggi Roma ha un murales dedicato all'Orsa Daniza, l'orsa morta qualche mese fa a causa di una doce eccessiva di narcotico. A ospitare mamma Orsa, il muro esterno del mercato Vittoria di via Sabotino. 

Vuoi la tua pubblicità qui?

Il progetto di street art sociale 'Spray 4 your rights' dedicato al tema della 'diversità' coinvolge i mercati romani e nei prossimi mesi riguarderà anche il mercato di Ostia, in via Orazio dello Sbirro. Protagonista dei due eventi artistici l'artista belga Roa, urban artist leader mondiale sensibile alle tematiche animaliste e ambientali. 'Spray 4 your rights' è un progetto di arte contemporanea applicata alla riqualificazione urbana e alle sue emergenze sociali, patrocinato dall'assessorato Roma Produttiva.

Perché Daniza? "Con la triste morte di Daniza – sostengono gli organizzatori e promotori del progetto di street art – ancora una volta la diversità è stata vittima di violenza e tirannia, ma di questo errore vogliamo che resti l'immagine di un umanità che si batte per il diritto alla vita di ciascuna creatura sulla terra".

Il murales è stato realizzato con l'utilizzo di un elevatore telescopico e ha interessato un muro esterno, di fronte a un'area non abitata, prima ricoperto di scritte vandaliche. Roa sarà a Roma fino a lunedì anche per una sua esposizione personale. Infatti, parallelamente all'evento del mercato si svolge la mostra dell'artista presso la Dorothy Circus Gallery, che sostiene con parte del ricavato delle vendite le associazioni animaliste che si sono attivate per l'orsa Daniza ma anche il progetto 'Cavalcando l'autismo', organizzato dall'associazione 'L'emozione non ha voce', grazie al quale 11 ragazzi autistici attraverseranno l'Umbria e il Chianti a cavallo dal 31 agosto al 6 settembre 2015. 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo