16enne violentata a Roma, confermato arresto per il militare

5

Convalidati arresto e detenzione in carcere a Rebibbia per il militare Giuseppe Franco, accusato di aver violentato la notte del 29 giugno scorso una minorenne nei pressi di piazzale Clodio.

Il fatto era stato denunciato dalla vittima della violenza, una ragazza di 16 anni, che ha anche riconosciuto l’uomo, preso al termine delle indagini avviate subito dopo l’avvenuta denuncia: gli inquirenti sono risaliti all’uomo seguendo il fratello che era andato a recuperare la bicicletta del militare.

L’accusa per Franco è di violenza sessuale e sostituzione di persona.

Da un passaggio dell'ordinanza con cui il gip ha Giacomo Ebner ha convalidato il fermo e disposto la detenzione in carcere il 31enne "sembra aver pianificato la violenza: individua una ragazza palesemente minorenne, esibisce un tesserino per accreditarsi come rappresentante delle forze dell'ordine; persuade la minore esercitando la forza solo nei momenti in cui la ragazzina tentava di ribellarsi". Secondo lo stesso giudice, l'uomo avrebbe "concordato con la ragazzina una versione da fornire alle amiche della stessa". Infine, il gip riscontra anche il pericolo di reiterazione del reato e quello di fuga, considerato che l'uomo, militare della marina, "ha cercato di far perdere le proprie tracce e che avendo fatto numerose missioni all'estero potrebbe conoscere i luoghi in cui rifugiarsi".