15 febbraio, obbligo vaccinale per gli over 50: caos e proteste in tutta Italia

4

Scatta oggi, martedì 15 febbraio, l’obbligo vaccinale per tutti i lavoratori over 50. Sono interessati tutti coloro che hanno compiuto 50 anni o che li compiranno entro il 15 giugno, del settore pubblico come di quello privato.

L’obbligo viene formalizzato tramite controllo del Super Green Pass, ossia ottenuto esclusivamente tramite guarigione o avvenuta vaccinazione.

Obbligo vaccinale over 50: cosa cambia dal 15 febbraio

Dall’ 11 febbraio è caduto l’obbligo di indossare la mascherina all’aperto e il 31 marzo 2022 avrà termine lo Stato di Emergenza legato alla pandemia da Sars-coV-2. Eppure il Governo non fa marcia indietro sull’obbligo vaccinale per gli over 50 sul posto di lavoro. In ufficio dunque, soltanto i lavoratori under 50 potranno mostrare per accedere il Green pass base ottenuto cioè anche tramite tampone.

Alcuni giorni fa ventilata l’ipotesi di eliminazione del Green pass dalla metà o fine del mese di giugno 2022, notizia subito smentita nelle ore seguenti.
Attualmente l’obbligo vaccinale sul posto di lavoro è previsto per sanitari e personale amministrativo della sanità, docenti e personale amministrativo della scuola. E ancora per militari e forze di polizia compresa quella penitenziaria, e per tutti i lavoratori over 50 sia pubblici che privati.

Diverse aziende e società rischiano di fermarsi e di non poter assicurare lo svolgimento regolare della produzione e della distribuzione di beni e servizi.

Previste manifestazioni, cortei e mobilitazioni in tutta Italia, organizzate da Partiti diversi, Comitati e Movimenti contrari alla vaccinazione obbligatoria e allo strumento del Green Pass. A Roma si svolgerà una protesta statica alle ore 14:30 al Circo Massimo.