Uomo sfrattato si chiude in casa e minaccia di darsi fuoco

1

Un uomo convalescente assistito dai servizi sociali, è barricato in casa e minaccia di darsi fuoco. E' un gesto disperato quello di Giorgio, che reagisce allo sfratto da parte dell'immobiliare proprietario dell'alloggio, sito in Largo Montedinove, nella zona di Castel Giubileo. “Celere, tre squadre di Vigili del Fuoco e un'ambulanza: un dispiego di forze mai visto, il tutto per sfrattare un uomo” afferma Angelo Fascetti, del sindacato inquilini AS.I.A USB. 

Sono numerosi i casi come quello di Giorgio che vedono intere squadre di Vigili del Fuoco impegnate per funzioni di ordine pubblico, piuttosto che per la salvaguardia. “Il compito dei Vigili del Fuoco non è quello di sfrattare le persone ma di salvaguardarle. Ci chiediamo cosa ci sia di confacente con la nostra figura professionale nello sfrattare un convalescente assistito dai servizi sociali, che tutto poteva immaginarsi tranne che di veder comparire i pompieri insieme a chi vuole buttarlo fuori da casa sua” asserisce Costantino Saporito, dell’USB Vigili del Fuoco Coordinamento Nazionale.

L'uomo ora ha chiuso a chiave le porte dell'alloggio, costruito in edilizia agevolata su terreni comunali con la legge 167/62 e non intende collaborare. Si chiede Fascetti: “Ma Marino dov'è?”.