16 Ottobre 2021

Pubblicato il

Stadio Roma, avvocato Mezzacapo al Gip: Non erano tangenti ma compensi

di Redazione
"Non ha parlato della 'Congiunzione astrale', ma ha chiarito tutto. Faremo ricorso al Riesame", ha detto il legale di Mezzacapo

"Non erano tangenti ma solo compensi per attività professionali. Curavo transazioni e attività che si svolgono di norma nella Pubblica amministrazione". A dirlo l'avvocato Camillo Mezzacapo, arrestato insieme a Marcello De Vito nell'inchiesta 'Congiunzione astrale' legata alle attività collaterali allo stadio della Roma, durante l'interrogatorio di garanzia all'interno del carcere di Regina Coeli.

"Non ha parlato della 'Congiunzione astrale', ma ha chiarito tutto. Faremo ricorso al Riesame". A dirlo è stato Francesco Petrelli, il legale di Camillo Mezzacapo, al termine dell'interrogatorio di garanzia del suo assistito all'interno del carcere di Regina Coeli. (Ago/ Dire) 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo