Vuoi la tua pubblicità qui?
28 Settembre 2022

Pubblicato il

Tutte le info

Scrutatori elezioni 2022: attività, requisiti e come fare domanda

di Enrico Salvi
In vista delle prossime elezioni, in tutti i seggi italiani saranno nominati gli scrutatori di seggio: le informazioni da sapere e le indicazioni da seguire
Uno degli scrutatori impegnati nelle elezioni a ripiegare fogli elettorali

In vista delle elezioni politiche del 25 settembre 2022, in tutta Italia sono previsti i seggi elettorali: un’occasione per i candidati che desiderano diventare scrutatori di seggio. Ogni seggio prevede, in base alla grandezza, la nomina di un numero di scrutatori che va da un minimo di due a un massimo di quattro. Di seguito tutte le informazioni da sapere e le indicazioni da seguire a riguardo.

Scrutatori elezioni politiche: requisiti e attività

I requisiti essenziali per poter fare l’attività di scrutatore alle elezioni sono:

  • essere cittadino italiano;
  • aver compiuto la maggior età;
  • aver assolto agli obblighi scolastici;
  • essere iscritto alle liste elettorali del Comune;
  • godere dei diritti civili e politici;
  • non essere dipendenti del Ministero dell’Interno e delle Telecomunicazioni e dei Trasporti;
  • non appartenere alle forze armate, essere segretari comunali, dipendenti degli uffici elettorali, candidati e rappresentanti di lista.

Le principali attività che gli scrutatori di seggio andranno a fare sono:

  • predisporre tutto il materiale necessario alla votazione;
  • verificare l’identità dei cittadini che si recano alle urne;
  • annotare il numero della tessera elettorale;
  • partecipare allo spoglio delle schede, annotando il numero di voti pervenuti e/o ottenuti;
  • assistere il presidente di seggio e il segretario nella composizione dei verbali sulle operazioni di voto una volta terminato lo spoglio.

Il compenso per scrutatori e presidenti di seggio

I compensi per gli scrutatori di seggio possono variare a seconda del tipo di ruolo e di consultazione elettorale. Le quote sono state aggiornate lo scorso giugno in occasione della tornata di referendum sulla giustizia e di elezioni amministrative, in una circolare del ministero dell’Interno. Come detto poi, il compenso cambia tra scrutatore, segretario e presidente di seggio. Nei seggi ordinari il compenso previsto per lo scrutatore e il segretario è di 120 euro, mentre per il presidente si arriva fino ai 150 euro.

Come presentare la domanda

Per rientrare nella lista degli scrutatori nominabili, occorre iscriversi all’albo delle persone idonee. Per presentare la domanda è necessario sottoporla al sindaco del proprio comune entro il mese di novembre di ogni anno. La nomina è in capo alla commissione elettorale comunale e deve avvenire tra il venticinquesimo e il ventesimo giorno antecedente alla votazione.

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo