Vuoi la tua pubblicità qui?
01 Febbraio 2023

Pubblicato il

Roma, Sono quasi 1 milione le multe del Portonaccio

di Redazione
La Prefettura, con sole tre persone che si occupano dei ricorsi, è praticamente impossibilitata ad esaminarli tutti avendo a disposizione 210 o 180 giorni

Si avvicina al milione il numero delle ‘vittime’ della preferenziale di via di Portonaccio, istituita il 2 maggio.

Sono ancora migliaia, infatti, gli automobilisti che ogni giorno sono ‘immortalati’ dalle telecamere installate dal Comune di Roma. A fornire la cifra ‘monstre’ è il Movimento difesa del cittadino, l’associazione dei consumatori che, insieme a molte altre, sta accogliendo le infinità di ricorsi dai cittadini romani.

“Ci sono alcuni- spiega all’agenzia Dire il dirigente dell’associazione Camillo Bernardini- in particolar modo i residenti o chi lavora in quella zona, che è arrivata ad accumulare nei mesi passati anche più di 150 multe al mese. Ora i numeri si sono abbassati ma restano comunque alti”.

Talmente alti che la Prefettura, con tre persone dedicate, è praticamente impossibilitata ad esaminare tutti i ricorsi avendo a disposizione 210 o 180 giorni (a seconda se la notifica della sanzione provenga dalla Prefettura stessa o dal comando della Polizia locale).

In caso di decorrenza dei termini, scatta il ‘silenzio assenso’ e il ricorso viene accolto. Ed è questa la vera speranza dei romani: confidare che una valanga di ‘scartoffie’ sommerga gli uffici della Prefettura e che le multe (in alcuni casi di decine di miglia di euro) passino in cavalleria. Il tutto, non senza rischi: nel caso in cui la contravvenzione venga esaminata e successivamente (come spesso accade per il ‘caso Portonaccio’) rigettata, la sanzione raddoppia. A quel punto resta un ultima possibilità a disposizione del cittadino: il ricorso al giudice di pace, con spese legali annesse…

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo