17 Aprile 2021

Pubblicato il

Roma, Questura: Il 28 ottobre non si terrà nessun evento. Appello di FN

di Redazione

FN: "Non è stata assolutamente ritirata la richiesta di manifestare il 28/10 a Roma. Appello a Minniti perché revochi il diniego per la manifestazione"

Dopo la notifica del provvedimento di divieto della Questura di Roma alla manifestazione di Forza Nuova preavvisata inizialmente per il 28 ottobre p.v., nel pomeriggio odierno i promotori si sono presentati in Questura comunicando nuove modalità di svolgimento dell'iniziativa, che sono oggetto di adeguate valutazioni. Il 28 ottobre, quindi, non si terrà nessun evento. Così in un comunicato la Questura di Roma.

Dal canto suo Forza Nuova fa sapere attraverso un comunicato che "Non è stata assolutamente ritirata la richiesta di manifestare il 28/10 a Roma. Da persone responsabili abbiamo da giorni in corso una trattativa con la Questura per evitare che quella giornata sia segnata da violenze e disordini".

"La notizia del giorno – continua il movimento politico di estrema destra – è quella dell'appello a Minniti perché revochi il diniego per la manifestazione del 28, appello che in questo momento è stato firmato da decine di personalità importanti fra i quali l'onorevole La Russa e il Generale Bertolini ed è stato condiviso anche da direttori di quotidiani storicamente avversi come il Resto del Carlino".

Forza Nuova ha reso pubblico nella giornata di oggi l'appello per la libertà di manifestare il 28 ottobre, a cui hanno aderito esponenti della cultura e della società civile, "Significative sono le firme dell'Onorevole La Russa, ex Ministro della Difesa, che in una nota ha spiegato con chiarezza la sua posizione" – dichiara Roberto Fiore, Segretario Nazionale di Forza Nuova – "insieme a quelle di intellettuali, avvocati, militari e campioni dello sport, che nelle ultime ore stanno arrivando a decine". 

"Ma assume un'importanza fondamentale l'adesione all'appello di Marco Bertolini, Generale di corpo d'armata e presidente dell'ANPdI Associazione Nazionale dei Paracadutisti d'Italia, l'uomo forse più apprezzato e stimato del mondo militare italiano – conclude Fiore – di lui sono note recenti dichiarazioni sullo stato delle cose in Italia che hanno fatto riflettere tanti sulla gravità della situazione".

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento