24 Giugno 2021

Pubblicato il

Roma, nuovo sgombero a Villa Pamphilj. Raggi: “Riportiamo la legalità”

di Redazione

Lo stabile della Casina Rossa, sotto sequestro dal dicembre 2017, era stato occupato abusivamente

cadavere villa pamphilj
immagine di repertorio

Nella mattinata di oggi, domenica 2 settembre, all’alba, il XII Gruppo della Polizia locale di Roma Capitale ha eseguito una nuova operazione di sgombero presso la Casina Rossa all’interno di Villa Doria Pamphilj.

Lo stabile sgomberato fa parte di una delle strutture abitative poste sotto sequestro il 14 dicembre del 2017. I sigilli, che ora sono stati immediatamente sostituiti, erano stati violati dagli occupanti che utilizzavano lo spazio abusivamente. Al momento del blitz l’edificio era vuoto, sono stati trovati solo suppellettili, masserizie varie e panni stesi. Seguirà l’intervento di Ama, dei Pics e del Servizio Giardini per la bonifica e la sanificazione dell’area.

L’operazione – fanno sapere dal Campidoglio – è stata effettuata grazie al lavoro dell'Assessorato alla Sostenibilità Ambientale di Roma Capitale e del tavolo di coordinamento del parco di Villa Doria Pamphilj, istituito lo scorso febbraio e presieduto da Marco Andrea Doria, "per il rilancio di questo importante gioiello architettonico, storico e ambientale".

Continua la nostra lotta per restituire i beni di Roma alla legalità. Questo intervento va ad aggiungersi al grande lavoro di rilancio della più grande villa storica della città, che stiamo portando avanti contro il degrado e a garanzia del decoro e della sicurezza”, afferma la sindaca di Roma Virginia Raggi. (Foto d'archivio)

 

LEGGI ANCHE:

Roma, Campidoglio: Ok al pedaggio per accedere in centro con automobile

Campidoglio, lunedì via a servizio navette bus Ostia – Ponte della Scafa

Roma, cupola S.Maria della Scala rischia di venire giù e nessuno interviene

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento