22 Settembre 2021

Pubblicato il

Il caso

Quando il Green Pass non basta: 5mila contagi dopo un festival in Cornovaglia

di Enrico Salvi
Gli organizzatori si difendono: "Nessun evento è in grado di eliminare del tutto il rischio"
Uno degli eventi del Boardmasters festival, nel sud-est della Gran Bretagna

Quasi 5.000 casi di Covid-19 a seguito del Boardmasters Festival, un evento di musica, surf e skateboard che si è svolto dal 10 al 15 agosto nella località balneare di Newquay, in Cornovaglia, nel sud-est della Gran Bretagna.

Quasi a distanza di due settimane dalla chiusura del festival, le autorità sanitarie hanno comunicato che 4.700 persone risultate positive al Covid hanno partecipato al festival oppure ne sono collegate. Circa tre quarti dei contagiati ha un’età compresa tra i 16 e i 21 anni, 800 di questi risultano essere del posto e questo ha determinato un aumento notevole nei contagi nell’ultima settimana: l’incidenza settimanale della contea è di 717 contagiati per 100mila abitanti, la più alta dell’intera Inghilterra.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Le misure previste: Green Pass e mascherina non obbligatoria

Le autorità all’inizio erano contrarie allo svolgimento del festival, organizzato per la prima volta nel 1981 ma cancellato negli ultimi due anni, nel 2019 per maltempo, nel 2020 per la pandemia. Alla fine si è deciso di farlo svolgere, ma in osservanza di stringenti misure di sicurezza. Le 50mila persone che vi hanno partecipato infatti dovevano mostrare il corrispettivo del Green pass inglese – due settimane dalla seconda dose di vaccino, un tampone negativo nelle 24 ore precedenti o l’immunità naturale – attraverso l’app del servizio sanitario nazionale. All’interno dell’area del festival l’uso della mascherina era consigliato ma non obbligatorio.

Dall’organizzazione: “Nessun evento è in grado di eliminare del tutto il rischio”

Un controllo che però non è bastato. Un portavoce dell’organizzazione ha tenuto a precisare che sono state adottate “misure di gestione del rischio al di là delle linee guida nazionali che hanno portato al rilevamento di “oltre 450 persone che altrimenti sarebbero state a rischio di trasmettere il virus e, di conseguenza, non hanno partecipato. Purtroppo nessun evento è in grado di eliminare del tutto il rischio.

Rachel Wigglesworth, direttore della sanità pubblica per la Cornovaglia e le Isole Scilly, ha dichiarato: “I casi di Covid sono aumentati costantemente in tutta la Cornovaglia nelle ultime settimane, in particolare nei nostri punti di riferimento turistici. Il nostro team di sanità pubblica ha lavorato a stretto contatto con gli organizzatori per molte settimane per garantire che l’evento fosse il più sicuro possibile per il Covid”.

“Il nostro consiglio a residenti, visitatori e chiunque abbia frequentato Boardmasters rimane lo stesso: se hai sintomi di Covid, isolati immediatamente e prenota un test PCR. Se non hai sintomi, continua a fare il test due volte a settimana con i test rapidi”.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo