Primo maggio a Roma, non solo il Concertone: tutti gli eventi

1

Una nota canzone di Umberto Tozzi cantava “Primo maggio su coraggio!” e allora, anche se in questi giorni di festa la tendenza è quella di rimanere a casa, magari per un po’ di meritato riposo, di seguito una carrellata di interessanti iniziative che vi faranno cambiare idea e coraggiosamente, per l’appunto, affrontare questa festa dei lavoratori.

Si inizia con l’arte. Ed ecco che via Margutta, luogo deputato ad accogliere l’arte in tutte le sue forme, apre alla 96° edizione della manifestazione “I cento pittori di Via Margutta”. Sarà possibile, ovviamente gratuitamente, assistere ad una mostra collettiva di arte contemporanea, intrattenere discorsi con gli artisti che espongono e magari fare qualche buon affare! L’arte si avvicina ai cultori ed ai profani rendendo le distanze sempre meno percepibili.

Tra il serio e il faceto l’iniziativa organizzata a Forte Prenestino. Festa del non lavoro, Primo Maggio 2015: Noi ci EXPOniamo a modo nostro! La giornata si articola tra visite guidate del forte e stand in cui sarà possibile gustare varie prelibatezze. Anche per i bambini ci sarà un occhio di riguardo con laboratori dalle 10:30 alle 12:00.

Degno di nota è “Il Festival della Risonanza” presso Rampa Prenestina. Il filo conduttore della serata, che avrà inizio alle 18:00 e proseguirà fino a notte fonda, è la commistione della musica elettronica computerizzata con quello strano effetto sonoro che si ottiene soffiando all’interno del collo di una bottiglia vuota, per l’appunto la risonanza. Dislocato in più punti del quartiere, l’evento non sarà solo musica ma anche occasione di formazione, con un seminario sull’utilizzo degli amplificatori, e arte visiva tramite la collocazione lungo il percorso di fotografie. Si concluderà con un aperitivo che potremmo definire sociale durante il quale verrà esposto il progetto Nautilus volto alla prevenzione e informazione sull’utilizzo delle sostanze stupefacenti.

La Fiera di Roma ospita per il secondo weekend consecutivo “Il Festival dell’Oriente”. I visitatori potranno immergersi nelle calde atmosfere orientali guastando i tipici piatti presso gli stand enogastronomici e scoprire le tipiche discipline quali lo yoga e le arti marziali. Alla scoperta di misteri e sensazioni inimmaginabili.

Inoltre quest’anno il Comune di Roma, come si legge su un comunicato ufficiale, ha deciso di ampliare le offerte turistiche proponendo l’apertura straordinaria di diversi siti archeologici e museali. Tra questi i più richiesti e quelli che vedranno più visitatori saranno sicuramente: il Colosseo, gli Scavi di Ostia, Palazzo Altemps, Palazzo Massimo e le Terme di Diocleziano. Per questi luoghi l’orario previsto è dalla mattina al tramonto.

Per altri siti l’orario, invece, sarà dal mattino fino al primo pomeriggio come: le Terme di Caracalla, il Mausoleo di Cecilia Metella sulla via Appia, il Parco di Gabii sulla via Prenestina, la villa di Livia e Malborghetto sulla via Flaminia e, infine, per il neonato Antiquarium di Lucrezia Romana nei pressi della via Anagnina.

Per chi vuole fuggire dal caos metropolitano molto interessante è “Primo maggio …. Selvaggio” organizzato presso le campagne di S. Angelo Romano alle porte di Roma. Classica gita fuori porta e una giornata da trascorrere all’aria aperta. Anche in questo caso tante attività per bambini e buongustai del cibo.