26 Febbraio 2021

Pubblicato il

Olimpiadi 2024, le candidature sono ufficiali: c’è anche Roma

di Redazione

Roma, Parigi, Los Angeles, Amburgo e Budapest: sono queste le città che si contenderanno la sfida per ospitare i Giochi Olimpici

LE CANDIDATURE. Il CIO (Comitato Olimpico Internazionale) ha ufficializzato le candidature per le Olimpiadi del 2024. Roma, Parigi, Los Angeles, Amburgo e Budapest: sono queste le città che si contenderanno la sfida per ospitare i Giochi Olimpici.

Vuoi la tua pubblicità qui?

“MANDEREMO GLI ATLETI DOVE SONO I BENVENUTI”. “Il CIO farà dei propri sondaggi su tutte le candidate e nessuna saprà quando accadrà. Il CIO vuole inviare gli atleti in città dove sono i benvenuti, e dove la popolazione sostiene chiaramente i Giochi”. Queste, le parole del presidente del Comitato, Thomas Bach.

UN CONTRIBUTO DI CIRCA 2 MILIARDI. La città vincitrice, otterrà dal CIO un contributo di 1,7 miliardi di dollari. Il contratto firmato, inoltre, vincola le 5 città candidate a rispettare i principi della carta olimpica e del contratto firmato, che impegna le città al rispetto di ogni orientamento sessuale, a favorire la libertà dei media e il diritto al lavoro in termini di salute, sicurezza, protezione dell'ambiente e a lottare contro la corruzione.

SOSTENIBILITA', TRASPARENZA E LEGACY. Bach ha poi sottolineato che l'Olimpiade del 2024 sarà la prima ad adottare completamente i principi dell'Agenda 2020 che, tra i vari obiettivi, punta sulla “sostenibilità”, sulla “trasparenza” e sulla “legacy” delle infrastrutture. “L’Agenda 2020 – ha spiegato – ha fatto divenire il processo di candidatura più come un invito e le città hanno risposto impegnandosi con il Comitato olimpico attraverso il dialogo e la cooperazione. La sostenibilità e l’eredità sono i cardini di ogni candidatura. Quello che vogliamo raggiungere è che le città candidate mostrino come i Giochi si possano adattare alle loro strategie a lungo termine”. 

Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento