06 Maggio 2021

Pubblicato il

Maltempo a Roma, AAA cercasi responsabili

di Redazione

Ieri come oggi, Roma si fa sempre trovare impreparata al maltempo. Ma i responsabili chi sono? E dove sono?

“Quello che sta accadendo oggi nelle strade della Capitale è davvero vergognoso. E' bastato un normale temporale invernale per mettere in tilt la mobilità cittadina”. Parole incredibilmente attuali che, in realtà, risalgono al Novembre 2010. A pronunciarle, a proposito dell’ex sindaco Alemanno, fu proprio Paolo Masini. Lo stesso Masini, ironia della sorte, all'epoca consigliere del Partito Democratico di Roma Capitale, è diventato assessore ai Lavori Pubblici con la Giunta Marino.

“Con Alemanno Roma è impreparata a tutto, anche a un po' di pioggia – attaccava Masini, secondo cui – il sindaco prima di tutto dovrebbe chiedere scusa ai romani e poi spiegare quali strumenti operativi vuole mettere in campo per evitare ai nostri concittadini di passare l'inverno chiusi nelle auto bloccate nel traffico”. Anche il collega Massimiliano Valeriani, vice presidente del Consiglio regionale del Lazio, osservava che “a Roma cadono due gocce (un fatto normale, siamo a novembre..) e la città si blocca. Se dobbiamo aspettarci questo per il prossimo inverno, i romani sono fritti”. 

Passa il tempo, cambiano le maggioranze e, con esse, i rispettivi punti di vista. Certe cose invece non cambiano mai. Oggi come ieri le conseguenze del maltempo restano da bollino rosso e in poche ore la città è in ginocchio: strade allagate, mezzi pubblici bloccati, automobilisti intrappolati nelle proprie vetture, alberi scaraventati a terra e mai nessuno che intenda assumere su di sé le responsabilità di quanto accade. Come mai l’opposizione di ieri, maggioranza di oggi, non si decide a “chiedere scusa ai romani e poi spiegare quali strumenti operativi vuole mettere in campo per evitare ai nostri concittadini di passare l'inverno chiusi nelle auto bloccate nel traffico” proprio come andava predicando anni fa? A quanto pare pioggia e incoerenza non hanno colore politico.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento