25 Luglio 2021

Pubblicato il

Imbrattata nella notte la storica sezione di Colle Oppio

di Redazione

I militanti: "Non ci fermeremo"

Imbrattata nella notte, da ignoti, la sezione di Fratelli d'Itali di Colle Oppio, storica sede della destra romana. Sui muri sono apparse scritte minatorie, firmate 'Bomber Antifà'; sulla porta di ingresso, invece, sono state lanciate delle bottiglie di vetro contenenti vernice rossa.

"Continueremo a portare avanti la nostra attività a testa alta e al servizio del quartiere – dichiarano i militanti della sezione di Colle Oppio – senza farci intimidire da questi tristi personaggi che, essendo ormai fuori dalla storia e dai problemi reali della gente, cercano di sfogare tutta la loro frustrazione e il loro odio ideologico con questi "eroici" atti di teppismo. Non cadremo nel tranello di chi ha completamente perso il contatto con il territorio e con la nostra generazione. Noi non ci facciamo giudicare, né tantomeno impaurire, da chi ha decisamente poche lezioni da offrire, in quanto è stato da tempo condannato dalla storia e dal quartiere".

Vuoi la tua pubblicità qui?

I militanti, nel frattempo hanno già provveduto a ripulire l'area dalle scritte apparse durante la notte. "Restiamo al fianco dei cittadini ogni giorno – continuano – non abbiamo tempo da perdere con chi brancola nel buio. Nei mesi scorsi abbiamo mobilitato le Associazioni di quartiere e i Comitati di residenti del Centro Storico romano contro il degrado del Parco del Colle Oppio. Centinaia di persone hanno partecipato insieme a noi alla fiaccolata dell'11 dicembre e nelle scorse settimane nostri gruppi di volontari hanno organizzato pulizie del Parco e una raccolta firme per chiedere un piano generale di riqualificazione, da inserire all'interno del progetto di valorizzazione dei Fori. Abbiamo trovato, raccolto e gettato di tutto: spazzatura, bottiglie, materassi e, ahinoi, molte siringhe. Forse il nostro attivismo da fastidio a chi vorrebbe che il Parco fosse solo un invivibile luogo di spaccio di droga a cielo aperto, ma noi preferiamo tutelare l'incolumità delle famiglie e dei bambini che proprio lì vanno a giocare".

Nonostante l'increscioso episodio, dunque, i militanti di Colle Oppio si mostrano ancora più tenaci e determinati a portare avanti le loro battaglie di decoro e legalità. "Noi andiamo avanti, come sempre – concludono – con la forza delle nostre idee e del nostro radicamento sul territorio…che questo dia fastidio a chi di idee non ne ha, non ci stupisce affatto".

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento