06 Maggio 2021

Pubblicato il

Il nuovo anno per il Pro Appio inizia con un pareggio

di Redazione

0 a 0 contro l'Sp. Torbellamonaca. Ma il Pro Appio si mostra in forma e all'altezza del rettangolo verde

Anno nuovo vita nuova, la frase che si ascolta più spesso in questo periodo, non può purtroppo essere affiancata al Pro Appio che nella prima partita del 2015, nonostante la buona prestazione e la qualità dei giocatori in campo, non riesce a conquistare più di un punto, proprio quindi come lo scorso anno. Eppure sin dai primi minuti si percepisce che i giocatori nero verdi hanno mangiato pochi panettoni nel periodo natalizio, mostrandosi più che all’altezza della seconda in classifica, l’Sp.Torbellamonaca, grazie forse anche agli allentamenti con le temperature proibitive dei giorni scorsi.

Entrambe le squadre, scese in campo con un 4-3-3 non passano troppi minuti a studiarsi l’un l’altra, giungendo infatti sin da subito a creare occasioni per passare in vantaggio; occasioni però vane visto il risultato finale attestatosi sullo 0 a 0. Molte le punizioni al limite dell’area per i giovani dell’Appio che però, mancano una porta che evidentemente non vuole gonfiarsi.

Stesso scenario per gli ospiti protagonisti di un’occasione mancata al 25’ in cui, su una sponda da calcio di punizione l’attaccante del Torbellamonaca, trovatosi sulla riga, vede la respinta dell’estremo difensore nero verde, Presciuttini, pronto e reattivo durante tutto il match.

Nota dolente della giornata sicuramente l’arbitraggio, assolutamente non equo e a senso unico, con i nero verdi costretti a subire falli a volte scomposti ai quali difficilmente seguivano dei necessari cartellini. Cartellino di colore rosso che invece il direttore di gara non ha esitato ad estrarre, al 30’, nei confronti proprio di un giocatore del Pro Appio, il num 8 Lucidi, per delle proteste decisamente non eccessive; lasciando quindi la squadra di casa in dieci uomini. Si va negli spogliatoi senza altri episodi degni di nota.

Mister Fabrizi decide quindi di effettuare dei cambi, per fa respirare i giocatori che, con l’uomo in meno, hanno speso molto: dentro Filippone per Martinelli, Gardi per Del Monte e Di Muro per Cortella, quest’ultimo protagonista al 55’ di una conclusione, tentata da fuori area che stava per infilarsi sotto il sette, se non fosse stato per l’intervento prodigioso del portiere, con la palla che impatta poi sulla traversa. 

Costretta in nove, causa crampi, per gli ultimi minuti della gara, la squadra che ha dato vita al Circuito Popolare, iniziativa che ha registrato numerosi consensi, può ritenersi soddisfatta per la prestazione mostrata in campo, tanto da far promettere bene per il proseguo del campionato. Appuntamento domenica prossima alle ore 11,00 in casa dell’S.C. Dacica.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento