06 Maggio 2021

Pubblicato il

I Trombamici, la webserie romana sui rapporti tra le lenzuola

di Redazione

Presentata ieri sera in anteprima presso l'Isola del Cinema, la webserie sarà disponibile a partire da oggi su YouTube

ATTENZIONE! La lettura di questo articolo è consigliata “ad un pubblico di minori purché accompagnati dai genitori con giustificazione e ponte ponente ponteppì tappe tapperugia. Ogni riferimento all'identità sessuale di Malgioglio e all'inconfondibile fascino di Antonella Versace è puramente casuale”.

Cambiate il termine ‘articolo’ con il termine ‘webseries’, e otterrete un mix esplosivo di ironia e comicità. Questa, infatti, è una delle tante avvertenze che precedono la messa in onda di una delle 10 puntate di ‘Trombamici’, la webserie dell’estate, prodotta da Me.Me Production, e disponibile su YouTube a partire da questo pomeriggio. Esploratori del cyber spazio, per voi tutti l’appuntamento è alle ore 18.

La Me.Me nasce nel 2012 con la creazione della seconda stagione di Flep, una sitcom per il web presentata al Roma Fiction Fest e al Los Angeles WebSeries Festival. Componenti del gruppo sono Riccardo Riande (regia), Simone Ruggieri (cameraman), Umberto Camponeschi (fotografia) e Davide Apuzzo (audio), tutti di Roma, provenienti da una consolidata esperienza in UniromaTV, la web tv delle Università di Roma, nella quale i ragazzi hanno potuto coltivare e approfondire i propri interessi per l'audiovisivo. 

‘Trombamici’ è l’ultima fatica del gruppo della Me.Me. Le puntate sono state presentate ieri sera, in anteprima, presso l’Isola del Cinema, ospitata nella cornice dell’Isola Tiberina. 10 puntate, 2 promo, 3 minuti di risate incontenibili per ciascuna puntata: tutto questo nasce dalla volontà del regista Riccardo Riande, accompagnato dalla produzione Me.Me, dalle fotografie di Umberto Caponeschi e dalle riprese di Simone Ruggieri. E poi ci sono loro, i protagonisti: Roberta Azzarone, Gabriele Carbotti, Sara Cardinaletti, Edoardo Coen, Ludovica Di Donato, Michele Di Vito, Ughetta D’Onorascenzo, Carlo Fabiano, Teresa Federico, Tiziano Floreani, Simone Gallo, Natalia Giro, Maris Leonetti, Elisabetta Mandalari, Matteo Nicoletta, Nicole Petrelli, Riccardo Riande, Malvina Ruggiano.

“Un anno e mezzo fa mi sono lasciato con la mia ragazza” – ci spiega Riccardo, il regista – “Da allora, dopo una serie di elucubrazioni sulla mia vita da single, ho dato vita a questa sitcom. E questo è il risultato”. I propositi di questa nuova serie partono dalla celebre frase di Woody Allen: “Il sesso non è la risposta, il sesso è la domanda, sì è la risposta”.

‘Trombamici’, infatti, indica quello strano ‘rapporto’ – fate attenzione a non ripetere troppe volte la parola ‘rapporto’, però! – che si crea tra due persone – a volte anche 3 o 4 –, coppie non ufficiali, ma di lenzuola. E scavando nella vita intima dei protagonisti di ogni puntata, ecco che Riccardo Riande ci presenta vantaggi (e svantaggi) di “una pura e sana attività fisica”. Sketch, battute e ironia tra le lenzuola che offrono allo spettatore un confronto tra i punti di vista di queste coppie tra luoghi comuni e tanto divertimento.

Oltre ad entrare nei momenti di intimità di queste coppie – di ogni sorta – sono proprio i protagonisti a mettersi di fronte alla telecamera, per farsi intervistare, con un format che somiglia a quello di ‘Modern Family’. Insomma, una sorta di reality. Perché in effetti, quello che Riande fa, non è altro che descrivere situazioni che noi tutti viviamo, o potremmo trovarci a vivere. Solo che lo fa con maestria, con la giusta leggerezza, senza mai scadere nella banalità o nella volgarità – un esercizio non facile, quando di mezzo c’è il sesso. E magari, qualcuno, dopo aver visto queste puntate, abbandonerà qualche pregiudizio di troppo.

Ricordate, l’appuntamento è oggi alle 18, canale YouTube Me.Me Production. E mentre cercate riparo dal caldo, potete gustarvi il trailer in allegato all’articolo.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento