Vuoi la tua pubblicità qui?
29 Gennaio 2022

Pubblicato il

Cani anti Xylella

Fasano (Br), in arrivo i cani anti Xylella: è la prima task force nazionale

di Matteo Frascadore
Come avviene già per il tracciamento dei trafficanti di droga e armi, così sarà anche per la Xylella. In arrivo cani capaci di individuarla

Il prossimo 7 dicembre alle ore 9 presso la masseria San Martino a Fasano, in provincia di Brindisi, verrà presentata la prima squadra speciale di cani capaci di individuare la Xylella. Si tratta della prima task force cinofila anti Xylella. L’iniziativa è stata possibile grazie alla collaborazione tra l’Ente Nazionale della Cinofilia Italiana (Enci) e l’Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante, Unaprol e Coldiretti.

Vuoi la tua pubblicità qui?

L’iniziativa

Come già accade con i cani che intercettano i trafficanti di droga o armi, così sarà anche per la Xylella. Quest’ultimo è un batterio che vive e si riproduce all’interno dell’apparato conduttore della linfa grezza. Giunta in Italia tramite importazioni di piante dal Sudamerica, il rischio è quello di una veloce diffusione in tutte le regioni. Per questo motivo individuare i focolai diventa di vitale importanza. Si tratta della prima iniziativa alla luce di un futuro impegno volto allo sviluppo di nuove azioni per prevenire la diffusione di malattie e insetti alieni che a seguito dei cambiamenti climatici e della globalizzazione dei commerci passano sempre più spesso le frontiere per arrivare in Italia dove causano perdite enormi all’ambiente.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo