Vuoi la tua pubblicità qui?
25 Ottobre 2020

Pubblicato il

“EmozionAbili”: presentata la sesta edizione del calendario di AIPD Roma

di Redazione

Presentato al Consiglio regionale del Lazio il calendario 2018 “emozionABILI”, realizzato dall’Associazione Italiana Persone Down – Roma

Nel Consiglio regionale del Lazio è stato presentato questa mattina il calendario 2018 “emozionABILI”, sesta edizione dell’iniziativa realizzata dall’Associazione Italiana Persone Down – Roma. L’espansione dei canali di comunicazione “social” ha comportato un utilizzo sempre più diffuso delle “emoij” o “emoticons”, che permettono di esprimere con immediatezza, attraverso un semplice smile, emozioni di ogni tipo: felicità, tristezza, perplessità, affetto.

Vuoi la tua pubblicità qui?

“Il nuovo calendario dell’AIPD affronta un tema straordinario: emozionAbili vede i ragazzi trasmettere con prontezza ed efficacia il loro stato d’animo, manifestando una straordinaria capacità comunicativa. Ad ogni “emoticons” corrisponde un’espressione, un sentimento, una sensibilità” dichiara Massimiliano Valeriani, capogruppo PD alla Regione Lazio. “Credo che l’obiettivo più importante di questo calendario sia abbattere il muro dell’indifferenza e diffondere l’impegno di questa realtà a sostegno delle persone con sindrome di Down: la Regione è accanto alle famiglie, ai ragazzi e agli operatori dell’AIPD per creare maggiori opportunità – conclude Valeriani – nella formazione professionale e nel lavoro”.

Con la nuova edizione del calendario di AIPD Roma si è voluto cogliere l’opportunità offerta da questo linguaggio di comunicazione per mostrare, in modo originale, espressioni di persone con la sindrome di Down. La connessione tra i volti dei ragazzi e le relative “emoji” sottolinea la loro abilità nel comunicare stati d’animo, immediatamente riconoscibili: da qui il concetto di “emozionABILI”.

Vuoi la tua pubblicità qui?

La presenza nello stesso contesto grafico di espressioni reali ed “emoji” diviene, inoltre, metafora del confine sempre più labile tra realtà virtuale e vita reale ed evidenzia la necessità di gestire al meglio questa relazione. “L’unicità delle persone con la sindrome di Down – afferma Catello Vitiello, presidente di Aipd Roma – viene manifestata attraverso l’espressione delle loro emozioni: ognuno è speciale e non per la presenza di un cromosoma in più ma per il modo caratteristico con cui esprime i propri sentimenti”.

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento