08 Aprile 2021

Pubblicato il

Elezioni, Annamaria Parente: “La mia campagna tutta sul territorio”

di Redazione

La senatrice del Pd: "Ma i miei avversari hanno disertato il confronto con cittadine e cittadini"

La senatrice rilancia le sue proposte: un Comitato locale del Parlamento, una nuova legge sul lavoro, un gruppo di studio con gli imprenditori locali e le pari opportunità: “Ho deciso di impostare tutta la mia campagna elettorale sul territorio, a contatto con le cittadine e i cittadini, per comprenderne i problemi e avanzare proposte concrete. Ma ora, a poche ore dal voto, mi chiedo: dove sono stati i miei avversari? Perché hanno disertato ogni occasione di confronto non tanto con me, ma con le persone a cui chiederanno la preferenza?”. Lo afferma Annamaria Parente, senatrice Pd in lizza per il rinnovo del seggio al Collegio Lazio 10 – Velletri. 

“Nella giornata di mercoledì – prosegue la Parente – l’Ordine degli Avvocati di Velletri aveva invitato tutti i candidati alla Camera e al Senato a un evento incentrato sui temi della giustizia e sui principali problemi del territorio. Era l’ultima occasione per confrontarsi, ma ancora una volta i miei avversari hanno preferito non partecipare”. Eppure, sottolinea la senatrice, “la nuova legge elettorale modifica in maniera sostanziale il rapporto tra elettore ed eletto. Per questo motivo darò vita a un Comitato locale del Parlamento, un gruppo di cittadine e cittadini che periodicamente si incontrerà con me per trasferirmi tutte le problematiche e suggerirmi le iniziative da portare avanti in Senato".

"Intendo poi coinvolgere i giovani al di sotto dei 30 anni nella stesura di una proposta di legge sul lavoro, attraverso le nuove norme varate dal precedente Governo; e, ancora, dar vita a un gruppo di studio composto da imprenditori di questa zona, che lavorino insieme a me per portare concretamente nuove occasioni di impiego a coloro che stanno cercando una occupazione: ho già preso contatti con diverse aziende che sono pronte a investire sul territorio, per far nascere un vero e proprio “laboratorio delle competenze”. Intendo, infine, portare avanti un’altra battaglia che ha caratterizzato tutta la mia vita politica, quella sulle pari opportunità: ho aderito al manifesto “Dissenso Comune” sottoscritto da oltre 100 donne dello spettacoli e chiederò l’adesione di tutta la classe politica”.

Ultimo appuntamento elettorale di Annamaria Parente, Venerdì 2 marzo: Chiusura in piazza a Roma, con tutti i candidati del Lazio".

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento