Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
19 Maggio 2022

Pubblicato il

Dolce e Gabbana fanno discutere anche il Municipio XIII

di Redazione
L'assessore alla Cultura aderisce a #BoycottDolceGabbana e FdI insorge

Continua la ridda di polemiche dopo le affermazioni dei due stilisti Dolce e Gabbana in difesa della famiglia naturale, che tanto scalpore hanno causato nel mondo omosessuale tanto da provocare una querelle tra i due stilisti ed Elton John, il quale ha lanciato la campagna #BoycottDolceGabbana.

Questa volta la contesa ha visto protagonisti sul web un esponente della Giunta del Municipio XIII e uno dell'opposizione. Ad accendere la miccia le affermazioni dell'assessore alla Cultura e alle Politiche Scolastiche Eleonora De Venuti, che sul suoo account Twitter ha scritto: “La moda a volte sembra non rispettare l’eleganza dei valori umani” utilizzando anche l'hashtag #BoycottDolceGabbana.

L'affermazione dell'assessore De Venuti ha scatenato la risposta del capogruppo di Fratelli d'Italia Andrea Saponaro: “Siamo alle solite. Il centrosinistra del Municipio XIII non perde mai occasione per dimostrare la sua aggressiva chiusura ideologica nei confronti di coloro che ancora non si rassegnano a sostenere che la famiglia tradizionale è l’unico modello antropologico che sta alla base della società. Anche quando a dichiararlo sono i due famosi stilisti italiani dichiaratamente omosessuali Domenico Dolce e Stefano Gabbana, che nei giorni scorsi sono stati protagonisti di una coraggiosa dichiarazione in difesa della famiglia tradizionale, attaccando le tecnologie note come 'uteri in affitto' e i cosiddetti 'figli della chimica' ”.

Saponaro quindi punta il dito contro quelli che, secondo lui, “attaccano continuamente la libertà di espressione nascondendosi sotto l’ingannevole reato di omofobia”. 

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo