Vuoi la tua pubblicità qui?
29 Settembre 2020

Pubblicato il

Ordinanza Ministero Salute

Coronavirus, prime sanzioni per mancato uso mascherine dopo le 18

di Redazione

Sono scattate le prime sanzioni per inosservanza dell'ordinanza sull'uso dei dispositivi di protezione dopo le ore 18

coronavirus
Uso mascherina

Prosegue l’impegno della Polizia Locale di Roma per far rispettare le normative anti-covid e limitare la diffusione del coronavirus.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Particolare attenzione è stata dedicata alle località maggiormente affollate e dove, nel corso dei controlli effettuati nelle scorse settimane, gli agenti avevano riscontrato comportamenti poco responsabili.

Coronavirus, comportamenti poco responsabili

In conseguenza di ciò sono stati condotti interventi di ripristino delle condizioni di sicurezza anche tramite l’isolamento di alcune piazze per evitare il fenomeno degli assembramenti.

Nel corso delle verifiche potenziate per il fine settimana, sono scattate le prime sanzioni per inosservanza dell’ordinanza del ministero della Salute sull’uso dei dispositivi di protezione dopo le ore 18.

Lo scopo del provvedimento è quello di salvaguardare le persone da rischi per la salute nell’emergenza da coronavirus.

Inosservanza ordinanza a Fontana di Trevi e San Lorenzo

Il primo episodio si è verificato a Fontana di Trevi. E’ stato informato delle nuove disposizioni e invitato più volte al rispetto delle regole. Nonostante ciò, un cittadino romano di 29 anni si è rifiutato ugualmente di indossare la mascherina.

E’ stata la pattuglia del I Gruppo Centro della Polizia di Roma Capitale, in servizio di vigilanza serale nella piazza, a multare il trasgressore romano.

Un altro ragazzo è stato sanzionato per lo stesso motivo in una delle piazze tipiche della movida nel quartiere di San Lorenzo.

Anche in questo caso, di fronte al rifiuto del giovane di mettere il dispositivo di protezione, gli agenti hanno proceduto con la sanzione prevista.

Nei vari quartieri della Capitale sul litorale romano l’attività di controllo della Polizia Locale andrà avanti. Gli agenti manterranno alta l’attenzione per i comportamenti che possano mettere a rischio la salute collettiva.

(Com/Mel/ Dire)

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento