Vuoi la tua pubblicità qui?
29 Gennaio 2022

Pubblicato il

Gli indizi in un discorso del 2016

Benedetto XVI, quelle allusioni di Mons. Gänswein alla sede impedita…

di Mirko Ciminiello
Per il Prefetto della Casa pontificia un Pontificato si può valutare solo ex post, il che implica che quello di Papa Ratzinger non è finito: e c’è quella parolina in Codice a Seewald…
benedetto xvi e mons. georg gänswein
Papa Benedetto XVI e Monsignor Georg Gänswein

Continuano a moltiplicarsi gli indizi relativi all’affaire delle non-dimissioni di Benedetto XVI, la cui celeberrima Declaratio era, con tutta probabilità, un’attestazione di (Santa) Sede impedita. Alcuni di questi indizi riemergono da un passato vicino e insieme lontanissimo, come tessere di un puzzle misterioso che solo ora iniziamo a comporre correttamente. Vale anche per l’ultimo, che risale a cinque anni fa e ha per protagonista un insospettabile: e a cui RomaIT darà ora un ulteriore contributo.

Le sottili allusioni di Mons. Gänswein

Il 21 maggio 2016, l’agenzia cattolica ACI Stampa riferiva di un discorso tenuto da Monsignor Georg Gänswein, Prefetto della Casa pontificia già sotto Papa Ratzinger. L’occasione era la presentazione di un libro sul Pontefice tedesco scritto dallo storico don Roberto Regoli.

mons. georg gänswein
Il Prefetto della Casa Pontificia, Monsignor Georg Gänswein

Un lustro dopo, il collega Andrea Cionci, autore della principale inchiesta sulla “rinuncia” di Benedetto XVI, ha analizzato con più attenzione l’intervento dell’arcivescovo di Urbisaglia. Rileggendolo sulla base di quello che lui stesso ha battezzatoCodice Ratzinger”, un modus communicandi fatto di giochi di parole, enigmi, rompicapi e tanta ironia.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Per questo nuovo capitolo dell’indagine rimandiamo volentieri a Libero, dove il lettore potrà trovare un resoconto dettagliato delle questioni spinose e intriganti affrontate da Mons. Gänswein. Come l’affermazione che Joseph Ratzinger «non ha abbandonato l’ufficio di Pietro – cosa che gli sarebbe stata del tutto impossibile a seguito della sua accettazione irrevocabile dell’ufficio nell’aprile 2005». Un’esegesi che ovviamente stona con la vulgata dell’abdicazione, ma che casualmente si accorda benissimo con l’interpretazione della Declaratio come certificazione di sede impedita.

joseph ratzinger/benedetto xvi
Joseph Ratzinger/Papa Benedetto XVI

Benedetto XVI e la sede impedita

Qui, però, vogliamo concentrarci su un punto preciso della relazione, quando il prelato si è chiesto se si potesse già «fare un bilancio del Pontificato di Benedetto XVI». Rispondendo negativamente, poiché «nella storia della Chiesa, solo ex post i Papi possono essere giudicati e inquadrati correttamente».

vaticano, benedetto xvi
Il Vaticano

Una locuzione, quella latina, molto significativa, perché significa “a posteriori”, ovvero solo al termine del servizio come Vicario di Cristo. Il che implica che quello di Papa Benedetto non è ancora finito – o almeno a questo alludeva, a tre anni dalla Declaratio, Monsignor Gänswein. Che d’altronde, come abbiamo recentemente raccontato, usa ancora lo stemma araldico inquartato (cioè unito) con quello da Pontefice regnante di Joseph Ratzinger.

Ancora una volta, il rebus si risolve solamente ammettendo la pre-condizione di sede impedita. E, a tal proposito, sono ancora una volta estremamente eloquenti i libri-intervista del giornalista teutonico Peter Seewald. Nel caso specifico, Ultime conversazioni, e segnatamente un passo in cui l’autore poneva a Benedetto XVI una domanda sulla paura della morte. «In primo luogo c’è il timore di esser di peso agli altri a causa di una lunga invalidità» fu la risposta del mite teologo bavarese.

benedetto xvi e peter seewald
Benedetto XVI insieme al giornalista Peter Seewald

Si dà però il caso che la parola “invalidità”, come riportava la Bild, traduca il termine tedesco Behinderung, che può corrispondere anche a “impedimento”. Anzi, letteralmente l’espressione usata da Sua Santità si può rendere come “lungo periodo di impedimento”. Per caso vi suona familiare?

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo