06 Maggio 2021

Pubblicato il

7 Giugno: a Roma 2 cortei, per la Famiglia e i Diritti Gay

di Redazione

La Capitale si prepara a due manifestazioni contemporanee ma di segno opposto

ROMA PRIDE 2014 – Tutto è pronto per la ventesima edizione del Gay Pride a Roma. Sotto le insegne dell’ “Adesso fuori i diritti”, la parata prenderà il via domani alle 16.30 da Piazza della Repubblica, con un percorso che dopo aver attraversato le strade del quartiere Esquilino ed i Fori Imperiali, terminerà a Piazza della Madonna di Loreto. Tra le rivendicazioni della manifestazioni spiccano il riconoscimento delle coppie di fatto, la lotta alle discriminazioni ed il tema della libertà di espressione. Questo il 'guanto di sfida' che il Roma Pride lancia alla politica che non mantiene gli impegni e non è capace di tenere il passo dei cambiamenti sociali.

La manifestazione, oltre a raccogliere la partecipazione delle principali sigle del mondo gay, ha già visto l’adesione di una buona fetta del mondo politico romano: dal MoVimento 5 Stelle a diversi circoli territoriali del PD e di SEL, si preannuncia abbastanza consistente la partecipazione di esponenti di forze politiche.

MARCIA PER LA FAMIGLIA – Contemporaneamente, a poche centinaia di metri, avrà luogo la MARCIA PER LA FAMIGLIA, organizzata da Forza Nuova nel quartiere Prati. Il concentramento è previsto per le 16 a Piazza Mazzini e da lì il corteo si snoderà per le vie del rione sino ad arrivare a Castel Sant’Angelo. Nelle intenzioni degli organizzatori vi è quella di fare della manifestazione una vera e propria festa, in grado di raccogliere la partecipazione di adulti, bambini e di tutti coloro che credono nella famiglia tradizionale fondata sulla complementarietà tra uomo e donna.

Al centro del corteo quindi il tema della famiglia, della battaglia demografica, ma anche quello della educazione nelle scuole. La manifestazione segue infatti le diverse iniziative che Forza Nuova e il suo movimento giovanile, Lotta Studentesca, hanno condotto nei licei della Capitale contro la diffusione della propaganda Gender e della sua ideologia.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento